Home Vignola Incubatore diffuso del Centro Storico di Vignola

Incubatore diffuso del Centro Storico di Vignola

Nell’ambito della propria strategia di sostegno alla tenuta del commercio di vicinato e alla valorizzazione dei Centri commerciali naturali, il Comune di Vignola ha predisposto il progetto di “Incubatore diffuso del Centro Storico” per promuovere e per facilitare l’insediamento di nuove attività imprenditoriali qualificate e l’ampliamento di quelle esistenti, al fine di difendere e potenziare la competitività complessiva della rete commerciale di prossimità e dei servizi.

Al progetto il Comune di Vignola ha assegnato (con risorse proprie di cui ai Programmi d’intervento locale per i Centri Commerciali Naturali – Art. 10/bis L.R. 41/97 e previste dai bilanci comunali di competenza) l’importo complessivo di € 160.000,00 per la gestione 2013.

Da giovedì 4 luglio è disponibile on line sul sito www.comune.vignola.it alla sezione Bandi la modulistica per le imprese che intendono aderire al progetto. La selezione delle imprese ammesse all’Incubatore avverrà attraverso procedure di evidenza pubblica mirate a valutare la validità del progetto imprenditoriale, la capacità di inserimento nel contesto urbano individuato e le ricadute per la valorizzazione del Centro Commerciale Naturale (CCN).

Numerosi sono i benefici a cui potranno accedere le imprese e le altre attività ammesse nel sistema di incubazione:

• contributi economici e finanziamenti;

• disponibilità di locali in cui avviare la propria attività con un canone di locazione concordato;

• supporto alle elaborazioni di idee e progetti;

• punto informativo e promozionale;

• forniture di servizi comuni e coordinati per le aziende (comunicazione, logistica, marketing);

• collegamento con gli uffici comunali;

• punto di riferimento per lo sviluppo di azioni integrate con gli altri soggetti presenti nel Centro storico, quali: istituzioni religiose, associazioni, espressioni della residenza, attività economiche preesistenti.

L’Amministrazione ha già realizzato un’attività ricognitiva del patrimonio immobiliare a destinazione commerciale, attraverso opportuni rilievi tecnico-urbanistici, in una prima porzione del Centro storico compresa tra Via Soli, Via Barozzi, Via Bonesi e Via Cantelli, individuando un primo lotto di locali dismessi e da riqualificare ed i relativi proprietari. Tale azione di ricognizione proseguirà nel corso dell’intero periodo vitale dell’Incubatore, ai fini della estensione dell’attività di monitoraggio all’intero Centro storico e ai fini dell’aggiornamento costante del quadro relativo al patrimonio di locali disponibile. Il sistema di governance sul patrimonio immobiliare prevede la stipula di accordi convenzionali con la proprietà che comprendano il riconoscimento di agevolazioni urbanistiche sugli interventi edilizi e di recupero, per ciascuno degli immobili inseriti nell’incubatore, incentivi a favore dell’offerta e regimi di agevolazione per la locazione convenzionata.

Dopo attenta analisi di mercato, l’Amministrazione comunale di Vignola, di concerto con le Associazioni di categoria e con la consulenza della Fondazione Democenter-Sipe, ha individuato le seguenti tipologie commerciali, artigianali e di servizio quali settori più idonei a completare il mix merceologico dell’offerta del centro storico:

ARTIGIANATO

• Produzione, vendita ed erogazione di servizi nel settore dell’artigianato artistico e tradizionale.

• Artigianato di servizio alla persona.

• Laboratori di riparazione di beni ad uso domestico e personale.

• Artigianato alimentare, con possibilità di consumo sul posto.

NEGOZI DI VICINATO

• Negozi di vicinato specializzati nella vendita di prodotti tipici locali e regionali, di prodotti di alta qualità a marchio DOP, IGP o tutelati da marchi collettivi, di prodotti dell’agricoltura biologica, con possibilità di consumo sul posto e con preferenza ad attività integrate dall’erogazione di servizi complementari e informativi (es.: PIT diffuso).

• Negozi di vicinato specializzati nella vendita di prodotti culturali (con particolare riguardo a beni attinenti il settore musicale).

PUBBLICI ESERCIZI

• Pubblici esercizi orientati in particolare al format di Caffè letterario o Caffè degli artisti o integrati dalla vendita di prodotti di tipici locali e regionali.

ATTIVITÀ PRE-ESISTENTI

• Progetti di riconversione aziendale, ampliamento o trasferimento che prevedano l’adesione delle attività pre-esistenti alle azioni gestionali qualificanti sopra previste.

ASSOCIAZIONI

• Sedi di associazioni culturali o di altri soggetti orientati all’erogazioni di servizi didattici, formativi e di laboratorio e all’offerta di prodotti culturali.

ALTRE ATTIVITÀ E SERVIZI (AD ALTO CONTENUTO DI INNOVAZIONE)

• Web agencies /consulenze specialistiche ad alto contenuto tecnologico, agenzie di comunicazione.

• Spazi commerciali multifunzionali (es. boutique + galleria + sala concerti; libreria + caffè + sala proiezioni; temporary shop, vintage, usato, riciclo, ecc.).

• Co-working, vetrine high tech, servizi per l’autonomia energetica, l’edilizia sostenibile e la domotica.