Home Reggio Emilia Festa della Mamma domenica alla Casa di Riposo di San Martino in...

Festa della Mamma domenica alla Casa di Riposo di San Martino in Rio

Si terrà domenica 11 maggio a partire dalle ore 15 la tradizionale Festa della Mamma presso la Casa di Riposo del paese, organizzata da Comune di San Martino, Auser e Telefono Amico.

Durante la giornata, l’ASP Magiera Ansaloni inaugurerà gli spazi ristrutturati adibiti agli ospiti e nuovi impianti di sollevamento a binario collocati in tutte le stanze della casa protetta. Un investimento di oltre 40.000 euro che permetterà una migliore organizzazione del lavoro e un azzeramento del carico fisico per gli operatori nelle operazioni di mobilizzazione dell’anziano. Questo a vantaggio sia della sicurezza dell’anziano sia della salute dei lavoratori.

L’Amministrazione Comunale dedicherà un momento molto importante all’intitolazione di una sala a Loredana Gualdi, responsabile delle attività assistenziali presso la casa di riposo di San Martino in Rio, scomparsa nel luglio 2012.
Per rendere concreta l’intitolazione, verrà affissa una targa di riconoscenza allo scopo di ricordare l’impegno, la passione, l’umanità e la professionalità che Loredana Gualdi ha espresso nei confronti del lavoro di assistenza agli anziani e come punto di riferimento per il paese.

Loredana Gualdi ha lavorato presso la Casa di Riposo dalla fine degli anni ’70 fino al 1999, prima come operatrice e, successivamente, come responsabile attività assistenziali, sapendo interpretare con lungimiranza i bisogni di evoluzione di cui fortemente necessitava l’ambito di assistenza agli anziani istituzionalizzati.
La Gualdi è stata capace di cogliere i segnali di cambiamento e di applicarli all’interno della Casa di Riposo, contribuendo con caparbietà e tenacia a costruirne un’immagine più vicina e più aperta agli anziani e ai loro familiari che hanno potuto individuare nel servizio – oltre che nella sua persona – un punto di riferimento.
Grazie al suo modo di interpretare l’assistenza, attraverso un impegno sempre più profondo che non ha mai subito ripensamenti, ha saputo trasformare la percezione della struttura da parte della cittadinanza nell’idea che anch’essa potesse essere vissuta come una “casa” a tutti gli effetti, dove poter continuare a vivere dignitosamente e nel rispetto delle proprie esigenze con l’affetto dei propri cari.

La giornata sarà allietata da musica e ballerini e, a partire dalle 17, i volontari Auser prepareranno gnocco fritto per i presenti.