Home Bologna Cambio al vertice della Guardia di Finanza di Bologna: al generale Pomponi...

Cambio al vertice della Guardia di Finanza di Bologna: al generale Pomponi subentra il Generale Sebaste

Gen-Antonio-SebasteIl Generale di Brigata Virgilio Pomponi lascia il Comando Provinciale della  Guardia di Finanza di Bologna per assumere l’incarico di Capo Reparto presso il  Comando Generale del Corpo. I due anni che lo hanno visto al vertice delle Fiamme Gialle bolognesi sono stati  particolarmente intensi ed hanno consentito di realizzare numerose iniziative a  favore del personale e di conseguire importanti risultati in tutti i settori di  interesse istituzionale, dall’accertamento di evasioni fiscali in ambito nazionale  ed internazionale alla tutela della spesa pubblica, dalla lotta contro la criminalità  economico-finanziaria a quella organizzata, dal contrasto al traffico  internazionale di droga a quello di valuta.
Con una cerimonia svoltasi presso la caserma “Sottobrigadiere Antonio Vaiani” sede del Comando Provinciale di Bologna, e presieduta dal Comandante  Regionale Emilia Romagna, Generale di Divisione Piero Burla, è subentrato il  Generale di Brigata Antonio Sebaste, coniugato e con una figlia.
Nel corso della sua carriera il nuovo Comandante Provinciale ha ricoperto numerosi incarichi operativi e di comando in reparti territoriali e gruppi di sezioni speciali di nuclei di polizia tributaria, a Roma, Bari, Milano e L’Aquila.
Nel tempo ha più volte operato anche in ruoli di staff presso il Comando Generale – tra l’altro, quale Capo Ufficio Legislazione – ed il Comando
Interregionale dell’Italia Centrale, come responsabile dell’Ufficio Operazioni.
Nell’ultimo triennio ha ricoperto l’incarico di Comandante del Nucleo Speciale Entrate con competenza nel contrasto dell’evasione e dell’elusione fiscale, sia nazionale che internazionale.
Laureato in Giurisprudenza e in Scienze dell’Amministrazione, il Generale Sebaste ha frequentato il Corso Superiore di Polizia Tributaria, è in possesso del master universitario di II livello in Diritto Tributario dell’Impresa, è abilitato all’esercizio della professione forense ed è iscritto all’albo dei Revisori dei Conti.
Autore di testi ed articoli di interesse operativo ha disimpegnato molteplici incarichi di docenza in materie giuridiche e tecnico-professionali in diversi corsi di formazione.