Home Economia Progetto Brasil Proximo, in Emilia-Romagna due giorni di incontri

Progetto Brasil Proximo, in Emilia-Romagna due giorni di incontri

Due giorni per fare il punto sui risultati della collaborazione tra Emilia-Romagna e la Repubblica Federativa del Brasile in tema di cooperazione allo sviluppo e per porre le basi per consolidare percorsi di co-sviluppo e collaborazione internazionale tra istituzioni, imprese e sistemi territoriali in diversi settori.
Si è svolto oggi a Bologna il primo dei due convegni organizzati in Emilia-Romagna in occasione della visita in regione di una delegazione brasiliana nell’ambito del “Progetto Brasil Proximo”, condotto dall’Emilia-Romagna insieme alle Regioni Umbria, Toscana, Marche e Liguria e sostenuto anche dal Ministero degli Esteri italiano.
All’interno dei questo programma operativo dal 2010, la Regione Emilia-Romagna ha sviluppato in questi anni una serie di azioni volte, in particolare, al supporto del sistema cooperativo.
Ai lavori del convegno hanno preso parte l’assessore regionale alla Cooperazione Donatella Bortolazzi e l’assessore alle Attività produttive Luciano Vecchi.
“La cooperazione internazionale non è un lusso a cui pensare solo quando tutto il resto va bene – ha sottolineato Bortolazzi nel suo intervento – ma, attraverso l’intersettorialità delle programmazioni e la complementarietà delle azioni, diventa sempre più valore aggiunto, vera occasione di sviluppo reciproco, inteso anche, citando il mio collega Vecchi, come capacità di cogliere al meglio le occasioni”.

I convegni
La visita della delegazione brasiliana rappresenta un’importante tappa della collaborazione tra Regione Emilia-Romagna e la Repubblica Federale del Brasile. L’iniziativa – che vede anche il coinvolgimento di Ervet, Ong, associazioni imprenditoriali e Università – ha due momenti pubblici.
Il primo che in corso oggi Bologna, con una conferenza di lavoro sul tema della trasformazione della cooperazione in collaborazione internazionale tra territori – dove sono state raccontate le esperienze sviluppate non solo con il Brasile ma anche con l’Albania e l’Egitto – e sul sostegno a cooperativismo e politiche di sviluppo territoriale.
L’altro, in programma domani a Cesena nell’ambito di MacFrut, prevede invece un incontro dedicato alle opportunità di cooperazione con il Brasile in particolare nel settore agroindustriale.

Il progetto Brasil proximo
La Regione Emilia-Romagna ha sviluppato insieme ai partner azioni volte al supporto del sistema cooperativo e nello specifico:
– miglioramento del quadro normativo relativo al cooperativismo, che ha portato alla definizione di cinque progetti di legge attualmente in fase di discussione a livello federale e all’approvazione della legge sulle cooperative lavoro;
– rafforzamento della filiera produttiva del settore ortofrutta nello Stato del Paranà con l’assistenza tecnica delle imprese emiliano-romagnole del settore e la collaborazione del Mercato di Bologna, dell’Università di Bologna e di Legacoop e con progetti di formazione in loco e in Italia per migliorare produzione, logistica e distribuzione;
– contributo alla realizzazione della fiera “Hortifruti Brasil Show” a Curitiba-Paranà, che si ispira al “Macfrut” con cui è in essere una collaborazione;
– assistenza tecnica a oltre 480 imprese agroindustriali brasiliane, in collaborazione con il Governo dello Stato del Paranà e con il Sebrae (Servizio di appoggio per le micro e piccole imprese brasiliane);
– formazione ai quadri cooperativi in collaborazione con la prefettura di Sao Bernardo do Campo, l’Università Metodista di Sao Paolo e il sistema delle cooperative locali, con un corso di alta formazione che ha approfondito aspetti giuridici e amministrativi e le relazioni tra i soci;
– supporto alla creazione di un osservatorio sul cooperativismo, utile sia per il pubblico sia per i privati;
– costituzione di un ente di certificazione etico, strumento strategico per valorizzare e qualificare il settore dell’agricoltura famigliare, in collaborazione con Icea (Istituto di certificazione etica e ambientale) e con le Ong Nexus e Cospe;
– approfondimenti sulle esperienze di inclusione lavorativa di disabili psichici con il Ministero della Salute e la Segreteria per l’economia solidale brasiliani, per rafforzare il quadro normativo finalizzato al riconoscimento delle cooperative sociali di tipo B sulla base, in particolare, delle esperienze dell’Emilia-Romagna e di Trieste;
– realizzazione di attività di assistenza tecnica alla filiera del cotone nello stato del Paraiba (uno dei più poveri del Brasile), per rafforzare la capacità produttiva dei numerosi piccoli produttori locali di cotone e la potenziale penetrazione e permanenza sul mercato;
– supporto alla creazione di un sistema di Società di garanzie per l’accesso al credito in collaborazione con Cooperfidi;
– attivazione di una collaborazione con il Sebrae Parana e Cna Federmoda per l’avvio di un sistema moda tra due territori e il gemellaggio tra “Riccione moda Italia” e “Parana Business Collection”, che ha permesso lo scambio di studenti di moda dei due paesi e possibilità di business.

Maggiori informazioni su www.brasilproximo.com