‘Và pensiero che io ancora ti copro le spalle’: sabato 21 Marzo al Temple di Sassuolo

    Pubblicità










    va-pensieroSabato 21 Marzo, alle ore 21.00 al Teatro Temple di via Largo Bezzi , 4  a Sassuolo, va in scena lo spettacolo teatrale “Và pensiero che io ancora ti copro le spalle” di Giuseppe Vincenzi, collaborazione alla drammaturgia Dario De Luca, con Dario De Luca; alle tastiere Paolo Chiaia; audio, montaggio, video e immagini Gennaro Dolce; programmatore esecutore, video e luci Gaetano Bonofiglio; costumi, oggetti di scena e assistenza Rita Zangari; organizzazione e distribuzione Settimio Pisano. Regia Dario De Luca, produzione Scena Verticale, Progetto More.

    Un omino entra in scena raccontando i propri fallimenti. Senza volerlo, parlando e cantando, con le sue cronache così profondamente e tragicamente comiche, inventa una morale, che evidenzia bisogni e desideri di una società oramai in mutande e oltretutto sporche.

    Parla con ironia del mondo di cui fa parte, del quale non è protagonista ma semplice figurante. Racconta di un paese fondato sul reality; di individui che hanno rapporti virtuali, avatar superiori a loro stessi che li rappresentano non solo nel mondo online ma anche nella vita reale; di uomini e donne che esprimono al meglio le loro emozioni solo con le faccine nei messaggi su WhatsApp.

    Insomma verrebbe da dire: Che confusione! Ma vi prego, rispondeteci in coro: Sarà perché ti amo!

    Va pensiero che io ti copro le spalle, fortunato progetto musicale di Giuseppe Vincenzi, rinasce oggi remixato grazie alla complicità di Dario De Luca, per consolidare, innanzitutto, un sodalizio artistico che si è manifestato al pubblico con lo spettacolo Morir sì giovane e in andropausa; ma anche per segnareil primo movimento, una sorta di prequel, di un progetto più vasto che vede i due impegnati nel rinnovamento del genere teatro-canzone. Almeno nelle intenzioni.

    Canzoni e parole seguendo Gaber

    C’è un tale in abito e camicia scura, giacca con paillettes che si racconta al pubblico, sogna di diventare un grande artista,finisce sempre per ripiegare nell’Italia di oggi, che offre più cicatrici che sogni e dolcezze. Và pensiero che io ancora ti copro le spalle è il secondo capitolo scritto da Giuseppe Vincenzi di una trilogia di e con Dario D e Luca, attore di Scena Verticale, il centro culturale calabrese, dove lavora anche Saverio La Ruina e che organizza a Castrovillari il festival Primavera Di Teatri. Alternando canzoni e racconti col tastierista Paolo Chiaia che fa da simpatica spalla, De Luca prosegue con origi8nalità e personalità nel solco del teatro-canzone di Gaber fatto di stacchi cabaret e musica è un “io” narrante che oscilla, beffardo e demenziale, tra dubbi irrisolti e crisi di nervi                 

    Anna Bandettini – La Repubblica – 04/01/2015

    Appuntamento a Sabato 21 Marzo, alle ore 21.00 al Teatro Temple di via Largo Bezzi , 4 a Sassuolo

    Ingresso con tessera

     

    Pubblicità











    Articolo precedenteF1, Vettel terzo in Australia dietro Mercedes
    Articolo successivoPrevisioni meteo Emilia Romagna, lunedì 17 Marzo