Home Ambiente Incendio al salumificio Simonini di Castelvetro. Dalle prime verifiche di Arpa, nessun...

Incendio al salumificio Simonini di Castelvetro. Dalle prime verifiche di Arpa, nessun problema ambientale

salumificio_modenaNell’incendio scoppiato ieri sera intorno alla mezzanotte presso la ditta ISAS (Salumificio Simonini), di Via per Modena 176 a Settecani di Castelvetro (MO) è intervenuta anche Arpa – Sezione di Modena – per verificare eventuali problemi ambientali.
I tecnici di Arpa sono arrivati alle 0,30 su richiesta dei Vigili del Fuoco quando l’incendio era ancora in corso, verificando che i fumi sviluppati dal rogo, al momento dell’intervento, si alzavano per alcune decine di metri disperdendosi verso Sud, in aree non residenziali prevalentemente agricole.
Le misure effettuate nell’area residenziale hanno fatto registrare valori inferiori a quelli di riferimento previsti in ambito sanitario e ambientale per monossido di carbonio, ossidi di azoto e composti organici volatili, sostanze generalmente presenti per queste tipologie d’incendio. Gli esiti positivi sono stati comunicati verbalmente al personale presente sul luogo.
E’ stato inoltre verificato che nelle zone residenziali più prossime allo stabilimento non erano avvertite particolari molestie olfattive o irritative determinate dal fumo.
L’incendio ha riguardato un deposito esterno, con tettoia in metallo, contenente principalmente carta e, in parte residuale, materiale plastico utilizzato nel ciclo produttivo, nonché coinvolto un carrello elevatore.
Arpa ha anche verificato con successo che le acque di spegnimento dell’incendio finissero nella fognatura pubblica collegata a impianto di depurazione e che le tettoie non contenessero amianto.
Oltre alle prime misure – benché queste non avessero evidenziato criticità – sono comunque stati   posizionati alcuni campionatori ambientali passivi per la rilevazione di composti organici aerodispersi sul lungo periodo.
Questa mattina, terminata l’emergenza e spento il rogo, i tecnici di Arpa sono tornati nuovamente sul luogo dell’incendio, riservandosi ulteriori accertamenti in accordo con le Autorità Comunali e
Sanitarie.