Home Modena Policlinico di Modena: oltre 900.000 euro di investimenti per la viabilità, la...

Policlinico di Modena: oltre 900.000 euro di investimenti per la viabilità, la sosta e l’accoglienza

ADV


Policlinico 2020 è un progetto che racchiude le grandi trasformazioni che miglioreranno il comfort, l’accesso e l’accoglienza al Policlinico di Modena nei prossimi quattro anni, nell’ottica di un ospedale sempre più orientato alla persona grazie a investimenti per oltre 60 milioni di euro destinati agli interventi edilizi sul monoblocco e alla costruzione della palazzina del Materno-Infantile. A questi interventi edilizi si aggiunge un ampio progetto di rimodulazione della viabilità, della sosta e dei percorsi di accoglienza per il cittadino che ha comportato, tra il 2015 e il 2016 un investimento complessivo di oltre 914.000 euro.

Parte importante e preliminare di questo progetto di lungo respiro è il nuovo Piano Viabilità e Sosta che intende rispondere in modo qualificato alle esigenze delle diverse persone che accedono all’ospedale per curarsi, per lavorare o per prestare assistenza. L’obiettivo primario è agevolare l’accesso ai luoghi di cura di chi ne ha bisogno. Un altro obiettivo è quello di ridurre progressivamente il traffico interno e di favorire l’accesso all’ospedale tramite mezzi alternativi all’automobile. Dal punto di vista della circolazione viaria la principale novità per i cittadini e i dipendenti è costituita dal fatto che il tratto di strada davanti alla chiesa che consentiva il passaggio delle auto tra via Campi e via del Pozzo è stato reso pedonale. Le auto che entrano da via del Pozzo non possono uscire da via Campi e viceversa. Per coloro che entrano da via Campi (accesso riservato ai dipendenti) è stata prevista una nuova via di uscita che conduce a via Marzabotto. Questa operazione di razionalizzazione è stata condotta senza diminuire il numero di posti auto dell’area ospedaliera che restano 2.595 posti auto, il 78% dei quali gratuiti, dato che colloca il Policlinico al di sopra della media regionale, fatto non trascurabile in un ospedale che, di fatto, si trova nel centro cittadino.

Il piano sosta e viabilità si integra con i nuovi percorsi di accoglienza inaugurati con l’apertura, nell’agosto 2015 del Punto di Accoglienza e Dimissione per i pazienti con difficoltà motorie quasi 22.800 i contatti. Il 24 ottobre scorso è stata poi la volta di QUI Facile – Accettazione, Prenotazione, Ticket, un’area dedicata al cittadino dove svolgere le pratiche amministrative di accoglienza e accettazione, richiedere documentazione sanitaria, prenotare visite e pagare il ticket che dalla sua apertura ha effettuato 29.000 operazioni; in dicembre il sistema è stato completato dall’apertura di QUI FACILE Informazioni posto all’ingresso di via del Pozzo allo scopo di fornire un primo orientamento al cittadino, facilitato anche dalla presenza di un parcheggio dedicato che consente la sosta per 30 minuti.

Gli interventi edilizi, che cominceranno con i cinque cantieri per 25.000 metri quadri nel 2017, hanno avuto una sorta di anticipazione col restyling degli Ambulatori del V piano, ingresso III dedicati alle specialità internistiche (Medicina I e II, Reumatologia, Centro Malattie Eredometaboliche del Fegato, Malattie del Metabolismo, Day Hospital di Gastroenterologia e Day Hospital di Reumatologia).

“Il Policlinico di Modena – spiega il Direttore generale Ivan Trenti – è impegnato in diversi interventi per migliorare i percorsi di accesso dei cittadini all’ospedale. Per questo motivo stiamo agendo parallelamente sulla viabilità, sulla sosta, sui percorsi di accoglienza mentre si aprono i grandi cantieri che cambieranno il Policlinico nei prossimi tre anni. Uno sforzo organizzativo, prima che economico che abbiamo deciso di compiere nell’interesse della comunità e dei nostri professionisti. Nei primi giorni di sperimentazione all’accesso di via del Pozzo saranno presenti i volontari dell’AUSER e quelli aderenti al progetto del Comune di Modena, IO PARTECIPO, che ringrazio per la preziosa collaborazione. Un grazie va anche a tutti gli operatori del Servizio tecnico aziendale per il lavoro svolto in questi mesi”.

L’Azienda è impegnata anche a salvaguardare il patrimonio di alberi e verde che, storicamente, fanno del Policlinico uno dei parchi della città. Lo sforzo è quello di sostituire le piante malate e quelle che vengono abbattute per esigenze edilizie o di asfaltatura. In questi giorni sono state messe a dimora le prime 30 piante, le altre 50 sono in programma nel mese di gennaio.

“Alcune settimane fa – ricorda l’Assessora Coesione sociale, Sanità, Welfare, Integrazione e Cittadinanza Giuliana Urbelli – ho partecipato all’inaugurazione di Qui Facile, un servizio pensato per rendere più funzionale l’accesso ai servizi sanitari. Oggi l’Azienda ripensa anche il sistema della viabilità all’area dell’ospedale, con un’attenzione particolare alle categorie più fragili e alla sostenibilità ambientale. Una riorganizzazione che ci sembra inserirsi in un più complessivo progetto di accoglienza e che l’amministrazione comunale non può che guardare con favore perché pensato per rendere la sanità più efficiente e vicino ai cittadini”.

Piano sosta e viabilità

Un intervento da 356.757,50 euro che ha comportato una razionalizzazione dei flussi di automobili, un potenziamento dei posti auto dedicati alle categorie più fragili e una maggiore attenzione alla mobilità alternativa, grazie anche alla costruzione di tre box biciclette videosorvegliati per 130 posti riservati ai dipendenti in modo da incentivare l’utilizzo delle due ruote per recarsi al lavoro.

 

Ingresso principale di via del Pozzo

L’accesso principale per chi è diretto al Policlinico rimane quello da via del Pozzo. Con l’autovettura è necessario ritirare il biglietto di sosta dalla nuova colonnina che si trova in prossimità delle due corsie di entrata. Il permesso è gratuito, ha una validità di 120’ minuti e consente di parcheggiare negli spazi bianchi. Stiamo parlando di circa 540 posti auto gratuiti e a tempo che si trovano principalmente nel retro del Self service Rita, lungo il viale che conduce al Padiglione Beccaria e nei viali perimetrali dell’area ospedaliera. Il permesso va esposto bene in vista sul cruscotto dell’auto.

Intorno all’area ospedaliera sono presenti altri parcheggi completamente gratuiti, in via Emilia, in Via Marzabotto e in Via del Pozzo che consentono un comodo accesso pedonale al Policlinico. Si tratta di oltre 800 posti gratuiti, alcuni con disco orario, altri senza limiti di tempo. A questi si aggiunge poi un parcheggio a pagamento gestito dall’ACI nei pressi dell’ingresso di via del Pozzo (567 posti).

 

Accesso al Pronto Soccorso

L’accesso avviene da via Campi dove è presente un parcheggio gratuito e senza limiti di tempo riservato ad accogliere le persone che vi si recano in condizioni di emergenza a 57 posti complessivi di cui 7 per i disabili, 4 per le ambulanze, 1 per la Polizia penitenziaria. Le ambulanze e i mezzi di soccorso pubblico possono parcheggiare, invece, negli spazi a loro riservati davanti agli ingressi principali e contraddistinti da strisce gialle e la scritta AMB.

Il permesso è rilasciato dagli operatori al momento dell’accettazione e va lasciato bene in vista sul cruscotto.

 

I permessi speciali

Ai disabili, ai pazienti oncologici, ai genitori dei piccoli pazienti dell’Oncoematologia Pediatrica, ai pazienti dializzati e ad altri pazienti inseriti in percorsi terapeutici complessi o con difficoltà motorie sono riservati 170 posti auto gratuiti senza limiti di tempo vicino ai luoghi in cui ricevono le cure.

I disabili con il permesso rilasciato dal Comune possono parcheggiare negli spazi contrassegnati dalla linea gialla e dal simbolo della carrozzina (75 posti).

I pazienti in possesso di un permesso rilasciato dal personale del reparto possono parcheggiare negli spazi contrassegnati dalla linea gialla e dalla lettera R.

 

Ingresso di via Campi

E’ l’ingresso riservato ai dipendenti, al personale universitario e ai collaboratori dell’Azienda Policlinico. Vi si accede con il badge magnetico. Sono a disposizione posti auto a loro riservati gratuiti e senza limiti di tempo, contrassegnati dalle sigle P5, P51 e P6. L’uscita è da via Campi oppure da via Marzabotto, tramite la nuova strada che si immette nei parcheggi del Poliambulatorio. Si tratta di 450 posti senza limiti di tempo.

 

Per chi viene senza auto

Il Policlinico di Modena è facilmente raggiungibile con mezzi alternativi all’automobile.

Bicilette: i visitatori sono disponibili alcune rastrelliere collocate presso gli ingressi e accessi alla varie strutture. Per i dipendenti sono disponibili tre depositi per bicilette per un totale di 130 posti videosorvegliati e accessibili solo agli autorizzati.

Autobus: la Linea 7 collega il Policlinico con la Stazione dei Treni e quella delle Corriere attraverso e ha ben tre 3 fermate all’interno dell’area ospedaliera: in Via del Pozzo, vicino al Poliambulatorio e in Via Campi. La linea 9 ha una fermata in via Emilia in prossimità di Via del Pozzo. Le linee 2 e 4 si fermano in via Marzabotto vicino al Poliambulatorio. Percorsi pedonabili consentono di raggiungere l’ospedale in tranquillità.

Treno: la tratta Modena–Sassuolo (“Gigetto”) unisce il Policlinico alla Stazione ferroviaria di piazzale Manzoni e all’Ospedale di Baggiovara e ha una fermata Modena-Policlinico (Via Carbonieri) in prossimità dell’ingresso principale.

Informazione e accoglienza

Un investimento complessivo di 462.850 euro che ha comportato la realizzazione, nel biennio 2015-2016 di una serie di punti di accoglienza e informazione per l’utenza, con particolare attenzione alle categorie più fragili.

 

QUI Facile

Qui Facile – Informazioni si trova accanto all’ingresso di Via del Pozzo e ha lo scopo di accogliere e orientare i diversi visitatori. L’accesso a Qui facile è agevolato dalla vicinanza di un parcheggio per soste brevi.

Qui Facile – Accettazione – Prenotazione – Ticket si trova al piano terra e riunisce in un’unica area diversi servizi rivolti ai cittadini. In questa area sono raggruppati 13 sportelli: 7 sportelli per le prenotazioni delle prestazioni ambulatoriali e per tutti i pagamenti, compresi i ticket e 6 sportelli dedicati all’accoglienza, alle pratiche amministrative, al ritiro dei referti. Dalla sua attivazione ha effettuato 20.906 operazioni di prenotazione e cassa e 8.124 di accettazione e pratiche amministrative.

Grazie a un totem eliminacode touchscreen la persona può selezionare il servizio desiderato tra quelli disponibili. Una volta scelto il servizio il totem rilascia il biglietto con indicati il numero di prenotazione e la lettera che corrisponde al’iniziale del servizio richiesto. Sui monitor, installati alle pareti nei punti più visibili, scorrono i numeri progressivi di chiamata; in questo modo, quando appare il proprio numero, la persona si può recare allo sportello indicato.

Una volta effettuata l’accettazione allo sportello, il cittadino si può recare all’Area Ambulatoriale A (piano terra) davanti all’ambulatorio indicato dal biglietto rilasciato dallo sportello, attendendo la chiamata che avviene tramite i monitor installati. È previsto anche un sistema di auto-accettazione. Nell’area è presente un totem, una macchina che legge la prenotazione e la tessera sanitaria grazie al codice a barre e rilascia un BIGLIETTO col NUMERO e le indicazioni per raggiungere l’ambulatorio. Con questo sistema “fai da te” si evita di passare dagli sportelli.

 

Punto accoglienza e dimissioni per pazienti con difficoltà motorie

Il servizio, attivo dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 19 ed il sabato dalle 8 alle 14, ha la finalità di garantire al Paziente con difficoltà di movimento l’accesso e l’uscita dalla struttura ospedaliera in condizione di comodità e sicurezza.

In quindici mesi, dal 3 agosto 2015 a 30 novembre 2016 sono stati quasi 22800 i contatti al Punto di Accoglienza e Dimissione per i Pazienti con difficoltà di movimento, avviato all’interno dell’area ex Pronto Soccorso (ingresso 5), situata in prossimità dell’ingresso centrale (ingresso 1). I contatti per i ricoveri programmati sono stati di circa 390, mentre sono stati 2.848 quelli in dimissione e circa 13.600 per prestazioni ambulatoriali o indagini diagnostiche.

 

Interventi edilizi

 

Area ambulatoriale V Piano ingresso III

Con un investimento di 95.000,00 euro è stata ristrutturata l’area ambulatoriale del V Piano, ingresso III dedicata alle specialità internistiche. I pazienti di Reumatologia, Medicina 1, Medicina 2, Centro Eredometabolico malattie del fegato (CEMEF) e Malattie Metaboliche posso ora trovare uno spazio più accogliente e consono a un’area che accoglie ogni giorno 120-150 pazienti e dove sono anche presenti letti di Day Hospital della Gastroenterologia e della Reumatologia.

L’intervento ha interessato circa 620mq con particolare attenzione alle finiture (rifacimento del pavimento del corridoio, sia all’interno si all’esterno del reparto, realizzazione di controsoffitto nel corridoio all’interno del reparto e sistemazione di quello all’ingresso, rifacimento di pavimenti in alcuni ambulatori, tinteggiatura del reparto  e del corridoio esterno), agli impianti Elettrici (nuova illuminazione nel corridoio, sistemazione dell’impianto esistente nelle degenze DH ed ambulatori, realizzazione dell’impianto di illuminazione d’emergenza e impianto di rivelazione incendi),agli impianti Meccanici (sostituzione di alcuni lavandini, installazione di unità di raffrescamento nel corridoio incassato nel controsoffitto, rifacimento di alcune linee idrauliche) e alla Messa in sicurezza (realizzazione di struttura metallica per il supporto degli impianti esistenti presenti nel corridoio).

Articolo precedenteModena, l’Assessore Giacobazzi sull’iniziativa dell’Anmic di integrare i cartelli per parcheggi destinati a persone con disabilità
Articolo successivoPresentata all’Astoria la strenna natalizia del Comune e il libro in ricordo di Pierangelo Bertoli