Home Reggio Emilia REState nei quartieri 2018, c’è tempo sino a lunedì 7 maggio per...

REState nei quartieri 2018, c’è tempo sino a lunedì 7 maggio per partecipare al Bando

C’è tempo fino al prossimo lunedì 7 maggio, entro le ore 13, per presentare domande di partecipazione al Bando REState 2018, con cui il Comune di Reggio Emilia concede contributi all’associazionismo cittadino interessato a proporre progetti a supporto dell’offerta culturale, ricreativa e delle attività estive, da svolgersi nei quartieri della città e da inserire nel cartellone del Restate 2018. Il bando, che finanzia progetti per un totale di 182mila euro di cui 140mila destinati a iniziative nei quartieri, è disponibile all’indirizzo http://www.comune.re.it/bandoculturarestate. Possono parteciparvi associazioni culturali, di promozione sociale, centri sociali, parrocchie, cooperative sociali, comitati legalmente riconosciuti e soggetti privati no profit. Obiettivo del bando – che prevede anche contributi per iniziative culturali da maggio a fine anno – è valorizzare il protagonismo di associazioni e cittadini, sostenendone iniziative e progetti a favore della comunità. Come nelle scorse edizioni, il bando permetterà di ampliare l’offerta di intrattenimento e approfondimento culturale che accompagnerà l’estate e l’autunno dei reggiani con eventi fortemente calati nei quartieri e nelle comunità in cui vengono proposti. E proprio per rafforzare il senso di appartenenza ai luoghi e ai contesti sociali, tra le novità del bando di quest’anno vi è una nuova terza sezione appositamente dedicata ai quartieri per la realizzazione di cinque festival a carattere culturale, ricreativo e ambientale in altrettanti luoghi significativi della città e cuore dei quartieri in cui si trovano. “L’estate reggiana anche quest’anno sarà ricca di eventi e performance in giro per la città. Centro storico e quartieri vedranno spettacoli, musica, danza, teatro, animazioni di valore: è per questa ragione che anche per il 2018 abbiamo garantito un finanziamento importante, distribuendolo con un nuovo progetto, non solo genericamente sulla città, ma in cinque quartieri, con l’idea di costruire un calendario culturale di buon livello, che riguardasse tante zone della città – dice l’assessore alla Cura dei quartieri Valeria Montanari – Confidiamo in proposte interessanti per animare al meglio l’estate di Reggio Emilia, attraverso anche la collaborazione di più soggetti. Credo sia una grande opportunità per mettersi in gioco per le associazioni della cultura e dello spettacolo: è una scommessa che restituisce un’opportunità concreta per animare la città”. Di seguito le tre sezioni in cui si articola in bando: due per i quartieri e una per la cultura in città. Iniziative nei quartieri – Verranno finanziati progetti volti a valorizzare la storia, la memoria e l’identità dei quartieri e delle frazioni attraverso attività di animazione e socializzazione anche valorizzando la dimensione di Bene comune che i quartieri rappresentano, così come evidenziata dal progetto QUA-QUArtiere, bene comune e dai laboratori di cittadinanza nei quartieri. Le iniziative, che dovranno essere realizzate nel periodo compreso tra il 10 maggio e il 31 ottobre 2018, potranno essere di carattere culturale, ricreativo, didattico o ambientale. Potranno svolgersi, oltre che nei quartieri e nelle frazioni del territorio comunale, anche nei parchi pubblici, ad esempio in quelli appartenenti al sistema della Cintura verde (Crostolo, Rodano, Modolena), e negli orti urbani. Verrà finanziato fino a un massimo di 4mila euro a progetto, all’interno di un budget complessivo di 40mila euro. Festival nei quartieri – Sempre a sostegno dell’animazione e della socialità dei quartieri, il bando promuove con ben 100mila euro di contributi la realizzazione di cicli di iniziative da svolgersi nei parchi e nelle piazze dei quartieri. I cinque festival, pensato per contribuire alla valorizzazione dell’identità di questi luoghi, utilizzando la cultura e le sue manifestazioni artistiche e di linguaggio come leve per scoprirla, reinterpretarla e valorizzarla, dovranno essere realizzati al parco Nilde Iotti per il quartiere Orologio-Pieve Modolena, al parco del Mauriziano per il quartiere di San Maurizio, al parco del Tasso di villa Cougnet per Santa Croce, al parco Pierluigi Nervi di Fogliano e in piazza Ovidio Fontanesi a Roncocesi. Per l’organizzazione di ciascun festival – che potrà proporre iniziative di musica, danza, teatro, performance ed eventi, didattica e iniziative di sensibilizzazione ambientale, sport, tempo libero e socializzazione – è possibile accedere a un contributo fino a 20mila euro. Gli eventi dovranno svolgersi nel periodo compreso tra metà giugno a fine ottobre. Cultura per la città – Il bando mette a disposizione un budget di 42mila euro per promuovere e sostenere la produzione culturale, la valorizzazione del patrimonio storico artistico della città e per arricchire l’offerta cittadina nei diversi ambiti: dalla musica al teatro, dalla danza all’audiovisivo, dalle arti alla letteratura e alla storia e documentazione locale. Si possono presentare proposte che riguardano attività di conservazione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale della città; divulgazione, produzione editoriale e documentazione sulla storia e la cultura locale; esposizioni, incontri, conferenze, eventi e performance, rassegne nei settori dello spettacolo dal vivo, del cinema e audiovisivi e produzioni web. Le iniziative dovranno essere realizzate in spazi pubblici e privati (ma a pubblica fruizione) a partire dal 5 maggio ed entro fine anno. Ciascun progetto può essere sostenuto con un massimo di quattromila euro.