Home Modena Una giornata al Tecnopolo di Modena per oltre 200 studenti

Una giornata al Tecnopolo di Modena per oltre 200 studenti

I FabLab, gli spazi di coworking, i laboratori, e poi gli incontri coi ricercatori, con le startup e le imprese innovative, insomma una giornata sicuramente diversa per i tanti ragazzi delle scuole superiori di Vignola e Mirandola che oggi hanno partecipato all’open day delle sedi e delle strutture del Tecnopolo di Modena gestito da Fondazione Democenter.

L’iniziativa, realizzata nell’ambito del Festival della cultura tecnica esteso, da quest’anno, a tutto il territorio regionale, ha visto la partecipazione di oltre 200 studenti e relativi insegnanti. A Spilamberto, l’incubatore Knowbel si è presentato con gli interventi di esperti e formatori che hanno spiegato la realtà delle startup e delle imprese innovative. Sono stati illustrati diversi casi reali, sono stati aperti uffici e laboratori, ma soprattutto i giovani hanno avuto la possibilità di confrontarsi con persone, a volte poco più grandi di loro, che hanno fatto la scelta di sviluppare in impresa un’idea, un’intuizione, a volte soltanto un sogno.

Gli stessi ragazzi, nel pomeriggio, si sono traferiti a Modena, nei locali del Tecnopolo presso il Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari. Hanno così avuto modo di conoscere da vicino la natura del campus universitario. Davanti al loro interesse, hanno aperto le porte i laboratori del Digitale, della Realtà aumentata, delle nuove tecnologie applicate all’automobile. Altri incontri e altri scambi di idee con i docenti e gli studenti della facoltà di ingegneria.

A Mirandola, invece, un tour tra i lavori in corso per l’ampliamento della struttura. Un piccolo disagio, ampiamente compensato dalla qualità dei laboratori di ricerca a disposizione e dalla competenza di altri giovani ricercatori che si sono messi al servizio delle classi. Le visite al TPM “Mario Veronesi” si sono alternate per tutta la giornata, piccoli gruppi per riuscire a valutare da vicino strumenti d’avanguardia e natura delle attività proposte alle aziende del territorio. Nel corso degli incontri è stata presentata anche la complessità della struttura di Mirandola coi suoi laboratori, l’incubatore di impresa, le scuole tecniche e i corsi dell’ITS.