Home In evidenza Modena Una delegazione della commissione parlamentare Antimafia domani a Modena in Unimore

Una delegazione della commissione parlamentare Antimafia domani a Modena in Unimore

ADV


(foto Facebook)

Il Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore accoglierà una delegazione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere. La delegazione, guidata dal suo Presidente, il sen. Nicola Morra, sarà a Modena venerdì 5 aprile. Durante la permanenza in città incontrerà i rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria e studenti medi superiori di Modena e Vignola.

Una folta delegazione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere, guidata dal suo Presidente sen. Nicola Morra, oltre che dalla Vice Presidente on. Iole Santelli, comprendente altri 8 parlamentari di tutti gli schieramenti politici, sarà al Modena in visita venerdì 5 aprile 2019.

La compongono anche: l’on. Stefania Ascari, l’on. Dalila Nesci, il sen. Franco Mirabelli, il sen. Luigi Vitali, il segretario on. Gianni Tonelli, il sen. Giovanni Endrizzi, l’on. Luca Migliorino e la sen. Laura Garavini. Al seguito della Commissione è prevista la presenza del Consigliere parlamentare dott. Daniele Piccione, del Segretario parlamentare dott. Nicola Cundari.

Nella tappa modenese di questa visita, la delegazione alle ore 10.00 nel complesso universitario San Geminiano, sede del Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore, incontrerà i rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria presenti sul territorio per discutere del ruolo di questi importanti corpi intermedi nella prevenzione e diffusione della cultura della legalità sul territorio.

“Partendo dal libro di Nino Amadore “La zona grigia. Professionisti al servizio della mafia”, e da quello di Stefania Pellegrini “L’impresa grigia. Le infiltrazioni mafiose nell’economia legale. Un’indagine sociologico-giuridica”, l’incontro – spiega il prof. Vincenzo Pacillo, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore – mirerà a focalizzare il ruolo dei liberi professionisti nella soddisfazione di specifiche esigenze criminali come il riciclaggio di “denaro sporco” che viene immesso nell’economia legale e quello delle imprese come strumento  per veicolare capitali, mediante operazioni poste in essere da tecnici ed esperti, sedotti con lauti compensi o promesse di future collaborazioni . Verrà posto in luce anche il ruolo di formazione ed educazione alla legalità che può e deve essere svolto dalle Università nel contrasto al fenomeno mafioso in questa zona grigia”.

Successivamente alle ore 11,15 saranno gli studenti del Muratori San Carlo e degli II.SS. Paradisi e Levi di Vignola ad andare a scuola di antimafia.

“In questo caso, – continua il prof. Vincenzo Pacillo – partendo da alcune figure chiave della lotta contro la mafia come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Rosaria Costa Schifani, gli studenti saranno condotti sulle tracce della cultura della legalità così ben testimoniata da queste personalità che coerentemente col loro impegno hanno dato a vita”.