Home Modena Mamme disoccupate: come fare per tornare in carreggiata?

Mamme disoccupate: come fare per tornare in carreggiata?

Mamme disoccupate: come fare per tornare in carreggiata?

Quello della disoccupazione è un tema attuale e riguarda sia gli uomini che le donne. Si sente spesso parlare di giovani che faticano a trovare un impiego, ma la stessa difficoltà la riscontra anche un’altra categoria. Stiamo parlando dell’universo femminile e, in particolare, delle madri che devono scontrarsi con mille ostacoli prima di poter tornare in carreggiata nel mondo del lavoro.

Nel nostro paese il tasso di occupazione femminile è in crescita – siamo oggi al 52% circa – ma questo deve rassicurarci poco. Rispetto alla media dei paesi europei siamo molto indietro e sono tanti i passi da fare per poter sperare di essere confrontati con le potenze del nostro continente. La laurea online è uno degli strumenti che ha contribuito alla crescita del tasso di occupazione femminile, offrendo alle donne che sono anche mamme la possibilità di ripresentarsi alle porte del mondo del lavoro con delle competenze in più ed anche di poter aspirare a delle posizioni lavorative di maggior prestigio.

Tornare a lavoro dopo la maternità è possibile?

Diventare mamma non significa dover per forza lasciare il lavoro o dimenticare per sempre i sogni di fare carriera. I dati non sono rassicuranti da questo punto di vista, ma con i giusti consigli e con la voglia di rimettersi in gioco c’è possibilità di manovra.

Nel corso del 2017 molte donne si sono viste costrette a lasciare il loro posto lavorativo e ciò ha portato a circa quarantamila dimissioni. Ciò che fa riflettere è che l’80% di queste dimissioni sono pervenute da madri lavoratrici, il che ci fa capire come manchino spesso dei supporti per le donne che hanno famiglia.

Tornare a lavorare dopo la maternità è possibile ed il primo passo è convincersi di questo. Bisogna essere pronte a rimettersi in gioco, anche a costo di lasciare il lavoro che si faceva prima di avere un figlio e di candidarsi per altre posizioni lavorative. Ciò non significa necessariamente accontentarsi, ma non scartare a priori delle opportunità che potrebbero rivelarsi interessanti.

Come tornare a lavoro dopo un figlio… con uno strumento in più!

La maternità e le difficoltà incontrate a lavoro potrebbero anche essere la spinta giusta per migliorare la propria posizione lavorativa. Al giorno d’oggi è la formazione che fa la differenza, infatti con una laurea si possono aprire molte più porte, soprattutto se il titolo di studio viene conseguito in un settore in forte espansione e nel quale la richiesta di nuovi professionisti è elevata.

Un figlio è un impegno importante, sia in termini di energie che di tempo, e seguire un corso in un ateneo tradizionale potrebbe risultare complesso. Per questo motivo potrebbe essere utile rivolgersi ad un ateneo telematico come Unicusano. L’università online Niccolò Cusano dispone di una vasta gamma di corsi di laurea, tutti gestiti con lo strumento della formazione a distanza (FAD).

La FAD è davvero vantaggiosa per le madri perché consente loro di investire sul futuro, di acquisire nuove competenze professionali ed al contempo di tenere sotto controllo anche tutti gli impegni familiari e i doveri che sono arrivati insieme al nuovo ruolo di madre.