Home Appuntamenti “Lungo le Antiche Sponde” a Spilamberto

“Lungo le Antiche Sponde” a Spilamberto

Prosegue la rassegna “Lungo le Antiche Sponde”, inserita nel cartellone del progetto Armoniosamente, con il suo quarto concerto che avrà luogo martedì 2 luglio, alle ore 21, presso la Rocca Rangoni – Corte d’Onore, a Spilamberto.

In caso di maltempo l’evento sarà spostato presso lo Spazio Eventi Liliano Famigli, in Viale Rimembranze 19.

Ad esibirsi saranno il soprano Lucia Cortese, il clavicembalista Filippo Pantieri ed il violoncellista Sebastiano Severi con il programma “Tiranno amore – Arie d’amore nel Seicento italiano”: una serata dedicata alle arie d’amore negato, scritte su ostinati e passacaglie con tema amoroso, una delle forme musicali preferite nel ‘600 italiano.

Al termine del concerto si terrà “Spilamberto e la sua Rocca”, una passeggiata notturna alla scoperta della storia del paese e del Castello.

L’obiettivo degli artisti è lo studio e l’esecuzione del repertorio strumentale e vocale italiano del XVII e XVIII secolo. Lo spirito di ricerca e restauro di molte pagine musicali, oggi non ancora conosciute, comporta l’ausilio di un équipe musicologico al quale il gruppo si appoggia prima di ogni progetto.

Lucia Cortese – soprano

Nata a Genova, si diploma giovanissima in trombone presso il Conservatorio “N. Paganini”. Successivamente intraprende lo studio del canto diplomandosi a pieni voti presso l’ISSM “C. Monteverdi” di Cremona dove, nel dicembre 2015, consegue anche la laurea specialistica di II livello con votazione 110/110, lode e menzione speciale.

Si dedica poi al repertorio barocco sotto la guida di Sara Mingardo e Roberta Invernizzi. Si è esibita in Italia e all’estero in veste di solista collaborando con diversi ensemble come La Venexiana, Accademia del Ricercare, Cremona Antiqua, Sezione Aurea, I Musici Malatestiani, I Virtuosi Italiani, Orchestra San Marco di Pordenone, Accademia dell’Arcadia e Harmonicus Concentus. Ha partecipato a importanti festival nazionali ed internazionali tra i quali Festival Monteverdi di Cremona, Ristori Barocca di Verona, Festival SWR di Schwetzingen, Monteverdi Festival-Centro Cultural de Belém di Lisbona, SEVIQC Festival di Brežice, Ausseer Barocktage di Bad Aussee, Grandezze & Meraviglie di Modena.

Ha registrato ed è uscito per “Brilliant” un cd di musiche di Paganini con la violinista Bin Huang, vincitrice del Premio Paganini 1994. Ha inciso una cantata a due soprani di Cesti con il soprano Roberta Invernizzi e un duetto tratto da “L’Incoronazione di Poppea” di Monteverdi con il controtenore Carlo Vistoli, entrambi accompagnati dall’ensemble Sezione Aurea.

È cofondatore con la tiorbista Paola Ventrella del Duo Fantasticarìa, attualmente impegnato nel progetto Il Giardino Bellerofonteo, su musiche manoscritte di Bellerofonte Castaldi.

Filippo Pantieri – clavicembalo

Diplomato con lode in Pianoforte e Clavicembalo sotto la guida di Stefano Orioli e Silvia Rambaldi e Diploma Master presso l’Accademia Pianistica di Imola con Boris Petrushansky, dopo avere vinto il Primo Premio in vari concorsi pianistici e di musica da camera (Premio Nazionale delle Arti – Roma, Arezzo “Nuovi Orizzonti” etc.), nel 2010 si è aggiudicato il Primo Premio Assoluto “Laureat” con unanimità di giuria al concorso pianistico internazionale “Davorin Jenko” di Belgrado.

Da allora svolge attività concertistica in vari paesi, accompagnato da orchestre quali Guildhall Symphony Orchestra di Londra, Orchestra Nazionale Russa “P. I. Tchaikovsky”, Orchestra Internazionale d’Italia. Ha tenuto concerti come pianista e clavicembalista con organici quali Accademia Bizantina, Ensemble Dolce Concento, Ensemble Harmonicus Concentus, le prime parti del Teatro “La Scala” di Milano ed altri.

Con l’Ensemble Sezione Aurea, con il quale collabora dalla sua fondazione, ha tenuto numerosi concerti in Italia (RomaEuropa Festival presso il Teatro Argentina, Sagra Musicale Malatestiana, Accademia di Musica Antica – Milano, etc.) e all’estero (Concentus Moraviae – Repubblica Ceca, Birgu Fest – Malta etc.)

Ha registrato, in prima assoluta, composizioni di autori romagnoli dei secoli XVIII e XVII. Per Passacaille (Belgio) ha inciso le sonate op.2 per clavicembalo con accompagnamento di violino di Ignazio Cirri, insieme al violinista Luca Giardini, recensito con 5 stelle agli interpreti da Rivista Musica (giugno 2018). Per Brilliant (Olanda) ha inciso arie di Filiberto Laurenzi, Claudio Monteverdi e altri compositori della Romagna del XVII secolo, assieme all’Ensemble Sezione Aurea, il violoncellista Mauro Valli, il soprano Elena Cecchi Fedi e il controtenore Carlo Vistoli.

E’ docente presso il Liceo Artistico e Musicale di Forlì e accompagnatore delle classi di violino e violoncello barocco presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena.

Sebastiano Severi – violoncello

Nato a Cesena nel 1975, ha intrapreso gli studi musicali all’età di sette anni con il Maestro Lionello Godoli, proseguendo poi in Inghilterra con Sharon McKinley. Nel 1995 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso “Dino Caravita”. Nel 1997 ha conseguito il Diploma di Violoncellista alla Regia Accademia Filarmonica di Bologna, diventandone Accademico, e nel 1998 si è diplomato sotto la guida del Maestro Rocco Filippini presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Si è poi perfezionato con M. Brunello, R. Filippini, M. Scano, e per la musica da camera con PierNarciso Masi, Krista Butzberger e con il Trio di Milano. Nel 2013 ha conseguito il Diploma di II livello in Violoncello Barocco col massimo dei voti, Lode e Menzione d’onore, sotto la guida di Mauro Valli.

Si esibisce in numerosi complessi da camera con particolare attenzione alla musica barocca e del Novecento, con i quali ha preso parte ad importanti Festival come “Festival Angelica” di Bologna, “Festival Nuova Consonanza” di Roma, Forum Neues Musiktheater di Stoccarda, Festival MITO, Biennale Musica di Venezia, Oude Muzik di Utrecht.

Dal 2007 è membro dell’Ensemble Fontana Mix di Bologna. Dal 2011 suona con ArtreTrio.

Col violoncello barocco collabora principalmente con Diego Fasolis e i Barocchisti di Lugano, Carlo Ipata e gli Auser Musici di Pisa, Federico Ferri e L’Accademia degli Astrusi di Bologna, Enrico Casazza e La Magnifica Comunità, registrando per le etichette Glossa, Sony, Decca con artisti come Cecilia Bartoli, Sara Mingardo, Philippe Jaroussky.

Attualmente è primo violoncello dell’Orchestra “Bruno Maderna” di Forlì e della Orchestra Filarmonica Gioachino Rossini di Pesaro.

Dal 2013 al 2016 ha insegnato violoncello presso il Liceo Musicale Statale di Forlì.

Attualmente insegna violoncello barocco presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena, e violoncello moderno presso l’Istituto di Cultura Musicale “Arcangelo Corelli” di Cesena.

Suona un violoncello di autore anonimo italiano della prima metà del XVIII secolo e un violoncello Custode Marcucci del 1897.

— — —

La rassegna:

Giunta alla sua XXI edizione, la rassegna nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale Cantieri d’Arte e l’Associazione Amici dell’Organo “Johann Sebastian Bach”, che ne curano la direzione artistica, ed è promossa dai comuni di Bastiglia, Castelnuovo Rangone, Ravarino, Spilamberto, San Felice sul Panaro e San Cesario sul Panaro.

Come ogni anno, la rassegna “Lungo le Antiche Sponde”, ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio storico e artistico del territorio modenese dei Comuni che si affacciano sul fiume Panaro: rocche, chiese e ville storiche saranno raggiunte dal potere espressivo della musica grazie al talento dei musicisti e degli artisti che prenderanno parte alle serate.

Il ricco calendario di quest’anno propone una serata dedicata ad un duo strumentale (il 10 luglio a Montale di Castelnuovo Rangone), un appuntamento dedicato alla musica corale (il 9 luglio a San Clemente di Bastiglia) e serate dedicate alla musica vocale di vario genere (il 2 luglio a Spilamberto e il 17 luglio a Stuffione).

Saranno presenti inoltre un concerto all’alba dedicato al repertorio solistico (il 3 agosto a Castelnuovo Rangone) ed una serata dedicata alla musica irlandese (il 20 agosto a Castelnuovo Rangone).

Tutti i concerti della rassegna musicale “Lungo le Antiche Sponde” sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti disponibili e avranno inizio alle ore 21.