Home Bologna A Bologna il nuovo Centro “Ora di Futuro” per le famiglie in...

A Bologna il nuovo Centro “Ora di Futuro” per le famiglie in difficoltà con bambini da 0 a 6 anni

ADV


Il nuovo Centro “Ora di Futuro” a Bologna supporterà con azioni mirate e percorsi di educazione alla genitorialità 25 famiglie in difficoltà e 40 bambini da 0 a 6 anni gestito dalla onlus Mission Bambini in collaborazione con la Cooperativa Open Group. “Ora di Futuro” è un progetto di educazione per i bambini promosso da Generali Italia e The Human Safety Net che coinvolge insegnanti, famiglie, scuole primarie e onlus.

Il progetto “Ora di Futuro” realizzato in Via Scandellara 11/10, nella Scuola dell’Infanzia il Trenino di Open Group, sarà gestito dalla onlus Mission Bambini e fornirà assistenza tramite percorsi di educazione alla genitorialità e un supporto per l’affiancamento dei figli al gioco e alle attività educative. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza di Alberto Aitini, Assessore Sicurezza urbana integrata, Commercio, Polizia Locale, Protezione civile, Manutenzione del patrimonio e del verde pubblico, Rapporti con il Consiglio comunale, Stefano Gentili, Direttore Marketing & Distribution Officer di Generali Italia, Lucia Sciacca, Direttore Comunicazione e Sostenibilità di Generali Italia, Tatyana Crespolini, Responsabile Area Corporate Mission Bambini Onlus.

“Ora di Futuro” ha un unico grande obiettivo, educare i bambini di oggi per garantire un futuro migliore agli adulti di domani e, già nel primo anno, ha coinvolto 30 mila bambini attraverso:

  • 11 centri su tutto il territorio, a supporto delle famiglie in difficoltà con bambini da 0 a 6 anni, in collaborazione con 3 Onlus (L’Albero della Vita, Mission Bambini, CSB-Centro per la Salute del Bambino). I dipendenti di Generali Country Italia contribuiscono al progetto con 10mila ore di volontariato di impresa.
  • un percorso didattico innovativo nelle scuole primarie, per insegnare con il gioco ai bambini delle classi 3°, 4°, 5° a fare scelte responsabili su ambiente, salute, benessere e risparmio. 2672 classi di tutta Italia hanno già aderito nel primo anno al progetto “Ora di Futuro” e di queste 139 sono in Emilia Romagna (73 nel Comune di Bologna).
Articolo precedenteLa grande musica torna protagonista ad Albinea con la 32esima edizione di Albinea Jazz
Articolo successivoReggio Emilia: da lunedì 22 luglio orario estivo per gli uffici comunali