Home Bologna I prezzi al consumo a Bologna nel mese di giugno 2019

I prezzi al consumo a Bologna nel mese di giugno 2019

Nella città di Bologna per il mese giugno 2019 l’indice dei prezzi al consumo per l’intera
collettività, al lordo dei tabacchi, ha fatto registrare una variazione mensile del -0,1% e
un tasso tendenziale in calo al +0,4%.

 

Prodotti alimentari e bevande analcoliche
A Giugno la divisione dell’alimentazione fa segnare una variazione mensile negativa del
-1%.
In calo principalmente il prezzo della Frutta (-7%) e degli Oli e grassi (-1,5%), ma anche quello  dei Vegetali (-0,8%), quello del Latte, formaggi e uova (-0,7%), quello dei Pesci e prodotti ittici (-0,6%), quello dello Zucchero, confetture, miele, cioccolato e dolciumi (-0,5%), quello dei
Prodotti non altrove classificabili (-0,1%) e quello del Caffè, tè e cacao (-0,1%). In aumento le  classi delle Acque minerali, bevande analcoliche, succhi di frutta e verdura (+0,7%) e quella  delle Carni (+0,1%). Nulla invece la variazione del prezzo del Pane e cereali.
Il tasso tendenziale nel mese di giugno rimane al +0,5% .

Bevande alcoliche e tabacchi
La variazione dei prezzi rispetto al mese precedente è positiva per le Birre (+1,2%) e per i Vini  (+0,3%), nulla per i Tabacchi e negativa per gli Alcolici (-0,7%).
La variazione mensile della divisione risulta leggermente positiva (+0,1%); il tasso tendenziale  sale leggermente al +2,5% di giugno.

Abbigliamento e calzature
Per questa divisione nel mese di giugno si registra una variazione mensile nulla, mentre il
tasso tendenziale rimane al -0,8%.
Nulle le variazioni di prezzo in tutte le classi della divisione.

Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili
Sono negative le variazioni mensili relative alle spese condominiali, quelle dei Combustibili
solidi e dell’Energia elettrica. Mentre è positiva la variazione dei prezzi dei Prodotti per la
riparazione e manutenzione della casa e risultano nulle le variazioni dei prezzi delle altre
classi.  La variazione mensile scende al -0,5 %, ed anche il tasso annuo scende si porta al +1,9%.

Mobili, articoli e servizi per la casa
Calano principalmente i prezzi dei Grandi apparecchi domestici e non e quelli dei Grandi
utensili ed attrezzature per la casa, mentre aumentano i prezzi dei Piccoli utensili ed accessori
vari e quelli dei Beni non durevoli per la casa.
La variazione mensile è nulla mentre quella tendenziale rimane stabile al -0,6%.

Servizi sanitari e spese per la salute
In calo principalmente i prezzi delle Attrezzature ed apparecchi terapeutici e dei Prodotti
farmaceutici mentre in aumento i prezzi degli Altri prodotti medicali.
La variazione mensile è nulla mentre risulta stabile il tasso tendenziale (+0,3%).

Trasporti
La divisione fa segnare una variazione mensile in aumento (da -0,5% a +1,1%).
In aumento principalmente i prezzi del Trasporto aereo passeggeri, quelli del Trasporto
marittimo e quelli del Trasporto passeggeri su rotaia.
In calo i prezzi dei Carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati.
Il tasso tendenziale si riduce significativamente passando dal +1,9% di maggio al +0,8% di
giugno.

Comunicazioni
La divisione fa segnare ancora una variazione mensile negativa pari al -2,1%. Il tasso
tendenziale rimane negativo e cala ulteriormente (-10,4%).
In calo i prezzi degli Apparecchi telefonici e telefax, nulle le variazioni di prezzo delle altre
classi.

Ricreazione, spettacolo e cultura
I principali cali si registrano nella classe degli Apparecchi fotografici e cinematografici e
strumenti ottici, in quella degli Apparecchi di recezione e registrazione e in quella degli
Apparecchi per il trattamento dell’informazione. In aumento principalmente i prezzi dei Servizi ricreativi e sportivi, quelli dei Supporti di registrazione e quelli dei Pacchetti vacanza.
Il tasso mensile risulta nullo mentre quello annuo scende al -0,2%

Istruzione
Stabili i costi dell’istruzione. La variazione tendenziale rimane pari al +0,9%.

Servizi ricettivi e di ristorazione
In calo i prezzi dei Servizi di alloggio, nulle le altre classi della divisione.
La variazione mensile rimane negativa al -0,6% e quella annua sale (dal +0,9% di maggio al  +1,7% di giugno).

Altri beni e servizi
In aumento principalmente i prezzi della classe Altri apparecchi non elettrici, articoli e prodotti  per la cura della persona, in calo i prezzi degli Altri effetti personali.
In aumento il tasso mensile (+0,2%), mentre quello tendenziale si porta al -0,2%.