Home In evidenza Inizio anno scolastico 2019/2020, il saluto dell’Assessore Ruini

Inizio anno scolastico 2019/2020, il saluto dell’Assessore Ruini

Inizieranno lunedì prossimo, 16 settembre, le lezioni scolastiche anche per gli studenti di materne, elementari, medie e superiori negli istituti scolastici sassolesi. In occasione dell’avvio dell’anno scolastico 2019/2020 l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Sassuolo Corrado Ruini ha inviato un saluto che riportiamo integralmente.

“Ogni anno puntuale come tutte le scadenze, alla fine dell’estate arriva la ripresa della scuola.

In quest’occasione, voglio esprimere a tutte le persone coinvolte in questo inizio, famiglie e personale scolastico, il mio più sentito augurio, perché tutti possano vivere un anno ricco di esperienze di crescita.

Ai genitori, vorrei esprimere la mia vicinanza e la mia stima, con tutto il sostegno morale possibile, nella condivisione del ruolo di genitore, il più meraviglioso e difficile che si possa sperimentare.

Educare e far crescere i propri figli, è per i genitori la più impegnativa e stimolante sfida che si rinnova di giorno in giorno e dove non si finisce mai di imparare dalle continue sollecitazioni che la loro scoperta del mondo dona.

Ai docenti voglio esprimere tutta la mia riconoscenza e gratitudine per l’impegno che mettono nel loro delicato e impegnativo compito.

Il vostro ruolo di insegnanti adulti in relazione con ragazzi in crescita, rappresenta una grande possibilità per costruire e creare piccoli grandi pezzi di vita, che possano costituire tasselli importanti per la realizzazione e lo sviluppo dei bambini e ragazzi.

Il valore sociale ed umano del vostro lavoro è molto elevato, come amministratori, vogliamo esservi vicino per fare tutto quello che è nelle nostre possibilità. Ascolto e dialogo sincero per “servire” il futuro dei nostri ragazzi, devono essere alla base del lavoro di squadra che vogliamo fare con tutto il mondo della scuola.

I valori universali di educazione rispetto e cortesia generano bellezza, che deve sempre essere vista come obiettivo del processo educativo.

Voglio concludere con alcuni pensieri di un grande maestro di vita ed educatore Romano Guardini che si esprime così sull’educazione: “Il processo dell’educazione riposa sul fatto che l’essere umano viene al mondo in una condizione di indigenza, perciò dipende dagli altri, ora l’educazione significa guidare il soggetto in età evolutiva ad un atteggiamento in cui si fondono insieme coraggio dell’avventura e senso dell’esperienza, presa di posizione personale e disponibilità a imparare. Esso mette il giovane in rapporto con la fonte originaria dell’accadere, con la libertà del vivere, con la vastità del mondo”.