Home Carpi Gusti.a.Mo, il meglio del territorio entra nel piatto

Gusti.a.Mo, il meglio del territorio entra nel piatto

È decisamente profumato, gustoso e ricco di sorprese il percorso di avvicinamento enogastronomico proposto da otto ristoranti del Consorzio Modena a Tavola in occasione di Gusti.a.Mo, manifestazione dedicata ai sapori del territorio che avrà il suo culmine dall’11 al 13 ottobre. Otto menù degustazione, uno diverso dall’altro, proposti dal 1° al 13 ottobre, creati per l’occasione da L’incontro di Carpi, Ristorante Laghi di Campogalliano, Antica Trattoria Ponte Guerro di San Vito di Spilamberto, La Quercia di Rosa, Osteria Stallo del Pomodoro, Cucina del Museo di Modena, Osteria della Cavazzona, Antica Trattoria la Busa di Spilamberto, che, grazie all’ingegno, alla tecnica e alla profonda conoscenza delle materie prime propongono il meglio del territorio.

Facendo qualche esempio, si va dalle praline di parmigiano reggiano dorate con mostarda fina di Carpi e cialda speziata (chef Carlo Gozzi de L’incontro), al risotto al lambrusco salamino, salsiccia e rosmarino (chef Paolo Reggiani, Ristoranti Laghi), passando dal più classico tortellino in brodo (chef Marco Messori, Osteria Cavazzona), al semifreddo all’amaretto e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena (chef Claudia Ricchi, Osteria Ponte Guerro). Piatti tutti da scoprire, ma con una forte identità modenese, a partire dall’eccezionale qualità delle materie prime. Quest’anno, in particolare, la quarta edizione di Gusti.a.Mo, manifestazione organizzata da Piacere Modena con il patrocinio del Comune e della Provincia di Modena, della Camera di Commercio di Modena e della Regione Emilia Romagna, oltre a celebrare i prodotti enogastronomici del territorio, avrà come tema conduttore il mondo della lirica, prendendo le mosse dal grande tenore Luciano Pavarotti di cui si celebrerà l’84° anniversario dalla nascita, e dalle due soprano Raina Kabaivanska e Mirella Freni.