Home Economia Successo del “Terzo tempo”, iniziativa dei Giovani Imprenditori di CNA per fare...

Successo del “Terzo tempo”, iniziativa dei Giovani Imprenditori di CNA per fare comunità e sviluppare le relazioni tra imprese

Si è tenuto nei giorni scorsi il “Terzo tempo” dei Giovani Imprenditori di CNA: una convention che ha riunito oltre un centinaio tra giovani titolari d’impresa ed esponenti della politica nazionale e locale come la sottosegretaria al lavoro e politiche sociali Francesca Puglisi, il senatore Stefano Corti, i consiglieri regionali Stefano Bargi e Luca Sabattini.

Obiettivo dell’incontro, quello di “fare comunità”, cioè condividere idee e buone prassi per costruire relazioni utili a crescere a tanto a livello professionale quanto personale. “Una comunità – ha commentato Lapo Secciani, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Associazione – che, in CNA, è composta da oltre duemila giovani imprenditrici ed imprenditori che quotidianamente operano per produrre benessere attraverso il lavoro, benessere che è personale e collettivo. Con questa iniziativa abbiamo voluto testimoniare una volta come la CNA voglia essere una casa accogliente, con la sua attività di servizi, con la sua opera di rappresentanza, per aiutare chi, con il proprio impegno, dà un significato più profondo al proprio lavoro e alla propria vita”.

“Vogliamo dare nuove opportunità alle giovani imprese – ha ribadito Claudio Medici, presidente provinciale di CNA – perché sono i giovani il futuro di tutti noi. E per questi giorni fare imprese è un lavoro improbo, molto di più oggi che in passato. Per questo cerchiamo di essere vicini a ciascuna di loro anche con modalità innovative, con iniziative di business e servizi ad hoc”.

Ma il “Terzo tempo”, arrivato quest’anno alla sua terza edizione, è stata anche l’occasione per premiare le imprese e gli imprenditori più meritevoli del 2019, sulla base di una rigorosa selezione. I CNA Business Awards sono andati a Benedetta Spattini (Turismo Extralberghiero) per l’impresa under 30, a Omar Baraldi e alla sua La Vacchetta Grassa (Lavorazione cuoio) come impresa storica, all’impresa Femminile Popbrains (divulgazione scientifica), alla Garad Srl (manutenzione e riparazione motrici) di Sassuolo come impresa etica, e alla Borghi SpA di Castelfranco, (leader mondiale nella produzione di macchine per spazzole industriali) come impresa innovativa.

Nei suoi saluti la sottosegretaria Francesca Puglisi ha sottolineato come la Legge di Bilancio attualmente in discussione, proprio nell’ottica di sostenere le imprese, risponda a due obiettivi: scongiurare l’aumento dell’Iva e facilitare l’innovazione in un’ottica 4.0, sia per quanto riguarda gli investimenti e l’innovazione, con un occhio di riguardo alla sostenibilità testimoniato dall’adozione del New Green Deal.

Il senatore Stefano Corti, dal canto suo ha ringraziato CNA “per l’opportunità che mi ha dato di conoscere imprenditori giovani e meno giovani del territorio che rappresento”. “Si tratta della dimostrazione – ha sottolineato il parlamentare della Lega – del dinamismo e della flessibilità di CNA e della sua apertura a 360 gradi per una politica del fare”.