Home Publiredazionali publiredazionali modena Social Trading – e la ricerca del miglior investimento

Social Trading – e la ricerca del miglior investimento

In precedenza, le idee di investimento venivano ottenute da consulenti di investimento o trovate nei salotti per gli investitori, attraverso programmi del mercato azionario in televisione, radio e Internet, nei giornali del mercato azionario, nelle riviste commerciali, nelle newsletter del mercato azionario, nelle sezioni commerciali dei giornali e/o nei forum del mercato azionario.
Per alcuni, il Trading for All, promosso da Social Trading, è ancora una novità.

Come la maggior parte delle piattaforme di social media, le piattaforme di Social Trading sono modelli di business degli operatori di piattaforma, che si basano sul fatto che le persone sono esseri socievoli che amano scambiarsi informazioni. E proprio come gli operatori delle piattaforme di social media guadagnano dai contenuti e dal comportamento dei loro utenti, le piattaforme di social trading lo fanno con le persone che vogliono presentare le loro idee di investimento ad altri, e con coloro che vogliono indagare ed eventualmente investire in questa strategia immediatamente. Poiché la popolarità delle piattaforme di commercio sociale dipende dal successo (e dalla notorietà) dei fornitori di segnale, chi usa la propria popolarità, pubblica strategie efficaci e guadagna “seguaci” o incoraggia gli investimenti viene premiato.

Definizione di Social Trading:
Secondo Wikipedia, il social trading è “una forma di consulenza di investimento non regolamentata e di gestione patrimoniale per gli investitori privati”. Altri parlano dell’intelligenza delle masse, ma questo termine mi ricorda sempre i milioni di mosche che dovrebbero dimostrare che certi cibi poco appetitosi hanno finalmente un buon sapore – per me l’intelligenza degli sciami non è di per sé un motivo per mangiare qualcosa o per rischiare i miei risparmi per essa – anche perché il tempismo può giocare un ruolo importante nel mercato azionario.

Sulle piattaforme di social trading va oltre: chiunque lo desideri può entrare direttamente sul mercato con denaro e acquistare titoli o concludere contratti.

Chiunque si ispira alle idee di investimento di altre persone sulle piattaforme di social trading e le incorpora nel suo normale portafoglio sotto forma di acquisto di azioni o altro, può trarne profitto come investitore, ma i follower che vogliono investire nella strategia di un trader direttamente sulla piattaforma di social trading non possono acquistare azioni o fondi reali lì, ma possono solo concludere certificati (su Wikifolio) o contratti per differenza (CFD – su Ayondo o eToro) che replicano e/o sfruttano uno sviluppo.

I certificati presentano essenzialmente un rischio per l’emittente (a differenza del denaro investito in fondi azionari, il denaro investito in certificati non è protetto dal fallimento dell’emittente). E i CFD sono in ogni caso prodotti a leva estremamente rischiosi che scommettono su un movimento.

A volte si dice che sulle piattaforme di social trading, la trasparenza è maggiore di quello che i cosiddetti guru del mercato azionario vi dicono nelle loro newsletter. Ma non ne sono ancora convinto, perché per quanto ne so, i prezzi e gli spread sulle piattaforme di social trading sono fissati al di fuori del mercato regolamentato e non sono controllati da nessuno.

Piattaforme di social trading : In questa sezione vi presentiamo un elenco non esaustivo di piattaforme molto popolari sul mercato, trovate maggiori informazioni su tutti i fornitori di social trading su trading online con pagine di recensioni come questa.  https://trading-online.pro/24option/

Wikifolio
Wikifolio è attualmente la piattaforma di commercio sociale più popolare nel nostro paese. Wikifolio ha sede a Vienna. Secondo un’intervista al fondatore Andreas Kern pubblicata su Social Banking 2.0 alla fine del 2013, Wikifolio è di sua proprietà e della società d’investimento del gruppo editoriale Handelsblatt (che possiede più del 25% della società). Inoltre, anche la società d’investimento viennese Speedinvest, diversi business angels, dipendenti e Lang & Schwarz (quest’ultimo con il 5%) detengono azioni.

Gli utenti registrati possono creare un Wikifolio – una sorta di portafoglio modello – e usarlo per dimostrare la loro strategia con “denaro virtuale” a loro scelta. Tuttavia, questo commercio virtuale non influenza i prezzi di acquisto e di vendita allo stesso modo dei prezzi di domanda e offerta nel commercio reale. Inoltre, la scelta dei titoli tra i quali il creatore del Wikifolio può scegliere è limitata ai valori di mercato over-the-counter di Lang & Schwarz – questi includono, ma non solo, azioni, fondi indicizzati negoziati in borsa, fondi e prodotti strutturati come warrant, certificati bonus, prodotti di vendita diretta e certificati di sconto. Per esperienza personale, ad esempio, non sono stato in grado di mappare il mio vero conto titoli privati perché un terzo dei miei titoli (azioni, fondi azionari e ETF) non era disponibile sulla piattaforma Wikifolio o presso Lang & Schwarz.

I commercianti che pubblicano il loro Wikifolio e il cui Wikifolio di successo viene poi implementato come certificato da Lang & Schwarz ricevono il 30-50% di quanto stabilito come tassa di performance per il loro Wikifolio. Il commerciante può quindi richiedere un pagamento per importi superiori a 100 EUR.

Se desiderate investire come follower nel Wikifolio di un commerciante di successo su Wikifolio.com , potete acquistare un certificato che riflette la performance del portafoglio Wikifolio. I certificati non sono investimenti come le azioni, il cui acquisto vi rende comproprietari di una società e vi conferisce i relativi diritti. Con i certificati esiste la possibilità di una perdita totale in caso di insolvenza dell’emittente (“rischio emittente”). Come già detto, l’emittente dei certificati in Wikifolio è sempre Lang & Schwarz, la borsa valori è la Borsa di Stoccarda – è quindi possibile acquistare i certificati tramite qualsiasi banca o direttamente da Lang & Schwarz. Alcuni dei certificati Wikifolio sono ora offerti anche da banche dirette come S-Broker o Comdirect come piani di risparmio.

Gli acquirenti dei certificati pagano una commissione di performance dal 5 al 30 % e una commissione di quasi l’1 % all’anno e, come già detto, si assumono il rischio dell’emittente.

Ayondo
Ayondo fa parte della gamma di investimenti di Next Generation Finance Invest AG (NextGFI), una società d’investimento quotata in borsa con sede a Zug, Svizzera. Ayondo Markets Limited a Londra è responsabile del trading e dell’esecuzione degli ordini, i servizi di social trading sono forniti dalla Ayondo GmbH, con sede a Francoforte. La holding Ayondo è sostenuta finanziariamente da Luminor, un gruppo di private equity con sede a Singapore. Potrebbero esserci altre parti coinvolte.

Ayondo si rivolge ai trader (“investitori particolarmente attivi”). I contratti per differenza (CFD) sono negoziati su indici, materie prime, valute, singoli titoli – in aumento o in diminuzione. I trader che non hanno successo in prima persona (circa l’80-95% dei trader), possono attaccarsi ai cosiddetti “top trader” (generatori di segnali) e sperare che non perdano i loro soldi. Come “follower”, è necessario aprire un proprio conto broker sui mercati di Ayondo e collegarlo ai segnali di trading di uno o più top trader. Il partner contrattuale dell’utente presso Ayondo Auto Execution è la DonauCapital Wertpapier AG di Ruderting.

Un top trader riceve una commissione da Ayondo. Ayondo, Ayondo Markets, DonauCapital Wertpapier AG e il fornitore di segnale (il trader primario) sono pagati dagli spread – le differenze tra i prezzi di acquisto e di vendita. Gli spread variano a seconda della valuta, dell’ora del giorno, della volatilità, ecc. A questo proposito, è nell’interesse di tutte le parti coinvolte avere il maggior numero possibile di scambi. Tuttavia, solo il generatore di segnale può esercitare un’influenza. Cercherà di trovare il maggior numero possibile di seguaci e di eseguire il maggior numero possibile di operazioni.

eToro
I CFD sono negoziati anche su eToro*. I generatori di segnali (“investitori popolari”) ricevono un compenso in base al numero di “fotocopiatrici qualificate”. C’è una quota di ricavi per ogni trader reclutato e rimborsi per una parte del loro margine. C’è un sistema di ricompensa per tutti i commercianti per gli amici che reclutano.