Home In evidenza Reggio Emilia Corona virus, ancora donazioni per la sanità reggiana

Corona virus, ancora donazioni per la sanità reggiana

L’azienda FAG Artigrafiche S.p.a del Gruppo Arti Grafiche Reggiane & Lai S.p.a. di Cavriago (RE), leader in Italia per la produzione di imballaggi ed espositori in cartone, ha recentemente donato all’Ausl IRCCS di Reggio Emilia la somma di 100.000 euro per rafforzare la risposta all’attuale fase di emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19.

Con questo significativo contributo Artigrafiche S.p.a. ha inteso sostenere la sanità locale, manifestando un riconoscimento nei confronti dei professionisti che stanno dando il massimo impegno nell’assistenza ai pazienti colpiti da virus Covid-19.

Nel ringraziare i donatori, il Direttore generale Fausto Nicolini ha dichiarato “In un momento di emergenza, qual è quello in corso, rappresenta un incoraggiamento fondamentale ricevere fiducia da parte di aziende importanti per l’economia del nostro territorio come da parte della cittadinanza tutta. Destineremo la somma all’acquisto di dispositivi utili a integrare le dotazioni delle terapie intensive, settori di cruciale importanza in questa fase”.

***

Un’altra generosa donazione a sostegno dell’assistenza ai pazienti colpiti dal virus Covid-19 proviene da Mar Plast S.p.a. di Rio Saliceto, leader a livello mondiale nel settore della progettazione e produzione di dispenser e accessori in plastica per l’igiene negli ambienti pubblici e privati.

L’azienda, da oltre cinquant’anni punto di riferimento dell’economia della provincia reggiana, ha inteso contribuire a rafforzare la risposta all’attuale fase di emergenza.

I titolari Franco Mantovani e Giuliano Ascari hanno spiegato “In una situazione di difficoltà come quella che stiamo vivendo ognuno deve fare la propria parte per salvaguardare la propria vita e quella degli altri. Mar Plast, oltre a garantire la sicurezza e la salute dei propri lavoratori, ha voluto fare una donazione ai nostri ospedali per dare un’opportunità in più ai tanti malati che hanno bisogno di apparecchiature e cure adeguate e per facilitare e sostenere l’instancabile lavoro di medici,infermieri e operatori in prima linea in questa difficile battaglia che vinceremo soprattutto grazie a loro”.

Nel ringraziare i donatori Nicolini ha dichiarato: “Siamo grati per il riconoscimento che viene dato ai nostri operatori in un momento critico nel quale siamo chiamati a dare il massimo in termini di risorse materiali e fisiche oltre che di professionalità. Destineremo la somma all’acquisto di tecnologia, strumentazione e dispositivi medici utili a integrare le nostre dotazioni”.

***

Altra donazione di 30.000 dalla Cooperativa Progeo a supporto dell’impegno dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia nell’emergenza dovuta alla diffusione del virus Covid-19. La somma sarà destinata a integrare le dotazioni dei settori di terapia intensiva e acquistare dispositivi di protezione per il personale impegnato nell’assistenza ai pazienti colpiti dal virus.

La Cooperativa Progeo ha sede legale a Reggio Emilia ed è leader italiana nella produzione di mangimi per la zootecnia, farine alimentari e raccolta cereali. Presente in quattro provincie (Bologna, Modena, Reggio Emilia, Pordenone) con altrettanti stabilimenti, la cooperativa ha inteso manifestare concreto sostegno alle principali strutture ospedaliere dei territori nei quali è operativa. Con una donazione di complessivi 120.000 euro ha voluto ringraziare il personale medico, infermieristico e le direzioni sanitarie dei diversi territori per l’esemplare lavoro che stanno svolgendo per preservare la salute di tutti i cittadini.

Nel ringraziare la Cooperativa Progeo a titolo personale e da parte di tutti i professionisti dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, Nicolini ha dichiarato: “Accogliamo con sincera gratitudine questa donazione che destineremo ad acquisire le risorse che, in questa fase di emergenza, sono più necessarie per assicurare adeguata assistenza ai pazienti più gravi”.

***

– In questo periodo di emergenza si sta assistendo a importanti manifestazioni di attenzione e sostegno al sistema sanitario locale, da parte di tante persone e realtà economiche, che attraverso donazioni intendono aiutare per quanto possibile il personale medico, infermieristico, ausiliario in prima linea nel curare chi ha contratto il Covid-19, e nel cercare di arginare l’epidemia. Le donazioni sono fondamentali per acquistare nuovi strumenti tecnologici, ausili e dispositivi di protezione individuale.
Tra queste realtà c’è anche Assicoop Emilia Nord – UnipolSai Assicurazioni, realtà presente e attiva nelle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza che ha scelto di donare 30.000 euro alla raccolta fondi straordinaria GRADE per il Santa Maria, che ha appunto l’obiettivo di sostenere l’ospedale reggiano e il suo personale in queste ore così impegnative. La cifra totale è frutto delle donazioni da 10.000 euro effettuate da ciascuna delle tre sezioni provinciali.
La presenza capillare sul territorio caratterizza da sempre Assicoop Emilia Nord, così come una spiccata attenzione alla responsabilità sociale di impresa, e la vicinanza verso realtà sociali, culturali e formative delle tre province di Reggio, Parma e Modena. Assicoop Emilia Nord ha infatti attivato da diversi anni collaborazioni con la Fondazione Toscanini di Parma, la Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico, Istoreco di Reggio Emilia, l’Università degli Studi di Piacenza e la Fondazione I Teatri di Reggio, della quale è stata uno dei fondatori nel 2006.