Home Bassa modenese Gli edifici più significativi di Mirandola illuminati dal tricolore

Gli edifici più significativi di Mirandola illuminati dal tricolore

Un video commemorativo che riprende gli edifici simbolo nel cuore storico di Mirandola, illuminati con il tricolore, durante la fase del recente lockdown causato dal Coronavirus. Lo ha realizzato il Rotary Club della città dei Pico, col patrocinio del Comune di Mirandola, per donarlo al Comune ed essere così patrimonio di tutti i cittadini.

Verrà lanciato e reso pubblico domani, mercoledì 20 maggio 2020, sulla pagina Facebook istituzionale del Comune Mirandola città dal 1597 (https://www.facebook.com/MirandolaCittadal1597/) alle ore 11.00. In concomitanza con un altro anniversario, l’ottavo, quello di un evento che ha segnato in modo indelebile le genti e i luoghi di Mirandola: il terremoto del 2012.

“Restano indimenticabili quei giorni segnati dalle scosse sismiche del 20 e del 29 maggio 2012. – afferma il sindaco Alberto Greco – Le macerie, il panico, la paura, le vittime, la difficoltà a riconoscere i propri luoghi, l’incertezza del domani. Un indotto produttivo in ginocchio e danni per miliardi di euro. I momenti drammatici segnati dall’insicurezza, sono stati però superati, insieme. Unendo le forze in una ricostruzione che ci ha reso e ci rende tutt’oggi protagonisti e determinati a voler sì guardare avanti, ma soprattutto ad andare avanti. Anche ed in particolare adesso, nuovamente costretti a fare i conti con un’altra calamità, il Covid-19. Di nuovo la paura, le restrizioni, le preoccupazioni, il contagio da scongiurare con ogni mezzo, sacrificando, come è stato necessario per alcuni mesi la nostra libertà. Dovremo ripartire ancora una volta e ancora insieme, uniti. Con la ferma consapevolezza in questo caso, di non abbassare la guardia.”

“E’ un messaggio di speranza quello che abbiamo voluto dare a tutti cittadini di Mirandola con la realizzazione di questo video – afferma Marco Gandini presidente del Rotary Club Mirandola – Un messaggio, sulle note dell’Alleluja, appositamente riarrangiata per l’occasione dal musicista mirandolese Gianni Vancini, che potesse legare il modo in cui si sono affrontate le due calamità – il sisma del 2012 e il Coronavirus – che hanno fortemente segnato il territorio. Come ci si è rialzati allora insieme, il nostro auspicio è che si possa farlo anche ora. Così da superare anche questa recente e nuova avversità. A tal proposito – riteniamo ancor più simbolica la donazione del video al Comune di Mirandola affinché possa renderlo pubblico proprio il giorno 20 maggio, data della commemorazione del Sisma 2012”.