Home Modena L’Associazione Carristi dona Gel disinfettane al Pronto Soccorso

L’Associazione Carristi dona Gel disinfettane al Pronto Soccorso

La Sezione di Modena e Reggio Emilia dell’Associazione Nazionale dell’Arma dei Carristi, vicina al Pronto Soccorso del Policlinico, diretto dal dottor Antonio Luciani. Stamattina, infatti, i rappresentanti dell’Associazione hanno consegnato un pacco contenente 20 flaconi di GEL igienizzante per le mani, ciascuno da mezzo litro. I donatori sono stati accolti dal direttore Antonio Luciani, dalla Caposala Oriana Pisani e dall’infermiere Rolando Marasco. L’Associazione era rappresentata dal Segretario della sezione Franco Azzani, e dai soci Ermes Casalgrandi e Maurizio Bortolotti.

“La nostra associazione – spiega Franco Azzani – è composta da ex carristi, sia di carriera sia che hanno svolto il loro servizio militare di leva nella specialità dei carristi. Uno dei nostri intenti è quello di commemorare e ricordare, anche unitamente alle altre associazioni nazionali d’arma in congedo, i nostri caduti nei vari teatri di guerra cui l’Italia ha partecipato. Inoltre, noi ci proponiamo di svolgere delle attività in ambito sociale e civile. Tra queste c’è in questo periodo di pandemia la donazione di GEL che abbiamo pensato di destinare al Pronto Soccorso del Policlinico di Modena come già abbiamo fatto, nei giorni scorsi, al Pronto Soccorso dell’Arcispedale di Reggio Emilia”.

“Siamo riconoscenti all’Associazione Carristi – ha spiegato il dottor Antonio Luciani, Direttore del Pronto Soccorso del Policlinico – per la sensibilità dimostrata. Per noi il gel è molto importante perché lo utilizziamo nei punti di triage avanzato che indirizzano i pazienti sospetti di COVID in un’area definita del Pronto Soccorso. Si tratta quindi, in questo momento, di un bene di grande importanza per noi.”

La Sezione modenese dell’Associazione è intitolata al S. Ten. Carrista M.O.V.M. Mario Allegretti, Vignolese di nascita e Modenese di adozione. Classe 1919, Mario Allegretti in veste di comandante partigiano, si immolò in un conflitto a fuoco contro un’unita tedesca a Saltino di Prignano il 10 aprile 1945. Il Comune di Modena gli ha dedicato una via e UNIMORE una targa commemorativa.