Home Bologna Tavolo metropolitano di salvaguardia su Bio-On SPA e Bio-On Plants SRL

Tavolo metropolitano di salvaguardia su Bio-On SPA e Bio-On Plants SRL

Si è tenuto oggi il Tavolo metropolitano di salvaguardia del patrimonio produttivo per un monitoraggio sulla situazione di Bio-On SPA e Bio-On Plants SRL.

All’incontro hanno partecipato l’assessore regionale Vincenzo Colla, il vicesindaco metropolitano Fausto Tinti, Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti, l’Agenzia regionale per il lavoro, il dott. Gaiani ed il dott. Monti per la curatela fallimentare, la dott.ssa Mastropaolo custode giudiziario del pacchetto azionario, la dirigenza di Bio-On srl, rappresentanze dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali.

Nel corso dell’incontro, la procedura ha illustrato la situazione relativa ai lavoratori, in particolare agli ammortizzatori sociali attivati, se pur con qualche complessità dovuta ad informazioni non note al momento dell’accordo sindacale sottoscritto a fine gennaio. la situazione è stata comunque gestita con tempestività dalla procedura al fine di garantire ai lavoratori l’erogazione delle misure di sostegno al reddito.

Per quanto riguarda la procedura di vendita, la curatela prevede di pubblicare il bando d’asta nel periodo autunnale. Prossimamente verrà attivata la dataroom finalizzata all’accesso informativo per le possibili manifestazioni d’interesse.

Città metropolitana e Regione hanno delineato un percorso attivo per  valorizzare, nel quadro delle procedure previste, la forte potenzialità di ricerca e innovazione di  Bio-On, espressa anche dalle elevate professionalità presenti, con l’obiettivo di promuovere soluzioni industriali che consentano di declinare a pieno le potenzialità di sviluppo dell’azienda.

“Con una azione fortemente concertata nello scorso autunno siamo comunque riusciti, a fronte di una situazione estremamente complessa, a delineare un percorso che ha messo in sicurezza lavoratori e lo specifico know how prodotto dall’azienda, -dichiarano Fausto Tinti e Vincenzo Colla. In questa fase, concentriamo ancora di più l’attenzione sulle sorti dell’azienda, con un ruolo attivo delle Isituzioni, Città metropolitana e Regione. L’azienda ha un’operatività ed un importanza rilevante nel campo delle attività della filiera green economy, l’intenzione di Regione e Città metropolitana è di costruire le condizioni, nel rispetto delel procedure in atto, per promuovere misure ed azioni per costruire soluzioni industriali. Il nostro territorio ha la capacità di creare le condizioni per favorire investimenti di qualità in ambiti innovativi del new green deal”.