Home Ambiente Mirandola, il Sindaco ad Aimag: “mai più rifiuti abbandonati in centro. Servono...

Mirandola, il Sindaco ad Aimag: “mai più rifiuti abbandonati in centro. Servono soluzioni concrete per una raccolta veramente efficace”

ADV


“E’ opportuno che scene come a quelle a cui abbiamo assistito nell’ultimo periodo non si ripetessero più. È di sicuro poco piacevole trovarsi di fronte a sacchi di immondizia ricolmi, come avvenuto in centro ed in altre parti della città, in alcuni casi causa di situazioni di scarsa igiene e decoro. Ci pare un segnale quanto meno chiaro che la raccolta porta a porta, così come approntata, non stia dando risultati positivi. Riteniamo occorra trovare, e nel più breve tempo possibile, una soluzione concreta al problema. Senza la quale, lo scenario poco edificante a cui stiamo assistendo è solo destinato a ripetersi”.

È il Sindaco del Comune di Mirandola Alberto Greco a focalizzare l’attenzione rispetto a quanto avvenuto, specie nel cuore storico della città dei Pico, negli ultimi giorni. “Attenzionare quindi AIMAG sulla questione – riprende il primo cittadino – ci pare necessario, data anche l’esasperazione di tanti cittadini sulle modalità di conferimento. Apriamo dunque la porta alla multiutility, affinché possa relazionare con puntualità in Consiglio comunale rispetto alle procedure in corso e ai necessari correttivi, per porre rimedio a una situazione che sta provocando più di un disagio e rischia di degenerare in vero e proprio degrado.”

Il Sindaco Greco ricorda che erano già state espresse perplessità ad AIMAG rispetto alla raccolta dei rifiuti in centro storico, oltre un anno fa. Perplessità confermate anche dalle numerose segnalazioni dei cittadini giunte in questi giorni seppur di festività, in Comune.  “La presenza di numerose abitazioni – prosegue il Sindaco – le cui condizioni, tra assenza di balconi o giardini interni o quanto meno luoghi idonei dove stoccare i rifiuti, non consentono di tenerli tra le mura domestiche per più giorni, in attesa di quello destinato alla raccolta. A ciò si aggiunge la raccolta di vetro, plastica e lattine che, sommati al resto (umido, indifferenziato e carta) incrementa gli ingombri dello scarto, dequalificando il sistema raccolta a quelle che sono le esigenze effettive”.

“Nessuno contesta i risultati raggiunti dalla multiutility con la raccolta differenziata. Anzi. Ma proprio in virtù di questi risultati e di fronte alle tariffe che ciascun cittadino o famiglia mirandolese si impegna a pagare, riteniamo debbano esserci anche servizi all’altezza, di qualità elevata. Un servizio di raccolta, in altri termini, che sia efficacemente puntuale. C’è la necessità di cassonetti e contenitori idonei, da collocare in posizioni strategiche del centro, così da essere utili per il conferimento da parte di tutti i cittadini. E questo, affinché, le scene a cui abbiamo assistito non si ripetano più”, conclude il Sindaco Greco.

Articolo precedenteBimbo Tu alle Cucine Popolari di Bologna
Articolo successivoBiblioteca aperta anche sabato a Carpi per il prestito su prenotazione