Home Bassa modenese Il Sindaco di Mirandola: “L’Amministrazione comunale sostiene il vaccino e la campagna...

Il Sindaco di Mirandola: “L’Amministrazione comunale sostiene il vaccino e la campagna vaccinale contro il Covid”

ADV


Il Sindaco di Mirandola: “L’Amministrazione comunale sostiene il vaccino e la campagna vaccinale contro il Covid”
foto Paolo Righi

“Che col virus non si scherza lo sappiamo bene. Tant’è che, è opportuno ricordarlo considerata la memoria corta di qualcuno, l’Amministrazione comunale di Mirandola è stata la prima a livello provinciale ad attivare il COC nel marzo scorso, proprio per fronteggiare l’emergenza. Detto ciò, pare di esserci già espressi in merito su quella che è la mia posizione, della Giunta e dell’Amministrazione, con gli auguri per il nuovo anno formulati a tutti i Consiglieri comunali. Lo ricordiamo ancora quindi, dato che sembra essere sfuggito: speriamo veramente sia un nuovo inizio, che il vaccino contro il Covid possa dare i risultati attesi e si possa riacquistare una normalità dimenticata.” Così il Sindaco di Mirandola Alberto Greco risponde all’opposizione.

“A scanso di equivoci – riprende il Sindaco – lo riteniamo un dovere imprescindibile il sostegno alla campagna vaccinale. Come pure, l’impegno di promuoverla con la dovuta informazione ed in modo capillare attraverso tutti i canali che ha a disposizione il Comune, in quanto il vaccino è al momento l’unica soluzione per fronteggiare la pandemia. Se io e la Giunta ci vaccineremo, la risposta non può essere che affermativa, oltre che scontata. Fermo restando però, la priorità all’inoculazione del vaccino, a quelli che sono i settori della popolazione più esposti al contagio: dalle persone anziane, agli ospiti delle CRA (Case Residenza Anziani), al personale in esse impiegato e tutto il personale medico, a cui va il mio ringraziamento per lo sforzo profuso anche sul nostro territorio ormai da quasi un anno.”

“Rispetto all’ipotesi di una manifestazione sabato prossimo 9 gennaio in piazza a Mirandola, premesso che non è arrivato nessun tipo di richiesta al Comune, siamo ben consci del divieto di assembramento e non occorre ricordarcelo. Oltre al fatto che da disposizione governativa, il 9 e il 10 gennaio sono oltretutto “giorni arancioni” con l’interdizione a spostarsi. Quindi non si terrà alcuna manifestazione. Ricordo infine che da parte dell’Amministrazione c’è il massimo impegno ogni giorno, fin dall’inizio dell’emergenza, nel far rispettare le disposizioni volte alla tutela della salute e di agire di conseguenza nel preservare la salute dell’intera comunità”, conclude il Sindaco Greco.

 

Articolo precedenteAnche il Comune di San Felice a Crevalcore per ricordare l’incidente ferroviario del 2005
Articolo successivoRiqualificata Piazzetta Rivara e nuovi parcheggi auto in via Razzaboni a San Felice sul Panaro