Home Bassa modenese Mirandola, bando sicurezza: approvate 56 richieste, rispetto alle 60 pervenute da cittadini...

Mirandola, bando sicurezza: approvate 56 richieste, rispetto alle 60 pervenute da cittadini privati

ADV


Sono state 60 le domande pervenute per accedere ai contributi del fondo sicurezza di 50mila euro messo a disposizione dall’Amministrazione comunale. Di queste, con somme oscillanti dai 250 ai 1000 euro, ne sono state approvate 56, che hanno esaurito la totalità della somma. La misura relativa all’ambito della sicurezza sul territorio – tra le priorità del mandato della Giunta comunale – va a sostegno dell’istallazione di sistemi anti intrusione presso le abitazioni private.

“Al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini come delle imprese, abbiamo predisposto con un notevole sforzo economico dei contributi specifici per agevolare chi avesse avuto necessità di dotarsi di sistemi di sicurezza. Il numero di domande che sono state esaudite, in pratica quasi tutte quelle pervenute, mostra che la scelta operata è andata nella direzione giusta”, afferma il Sindaco di Mirandola Alberto Greco.

Parole a cui seguono quelle dell’Assessore alla Sicurezza del Comune di Mirandola Giuseppe Forte che non manca di sottolineare come la sicurezza rientri tra gli obiettivi prioritari della giunta fin dal suo insediamento. “Garantire necessarie e sempre maggiori condizioni di sicurezza alla cittadinanza significa sostenere il benessere sociale e quindi offrire nuove opportunità anche di crescita e sviluppo al territorio e a chi vi risiede. Prevenire, di conseguenza tutti quegli episodi di forte allarme sociale tra i quali spiccano i furti nelle abitazioni che ledono la sicurezza delle persone, diventa non solo importante, ma indispensabile. Anche, al fine, di scongiurare il più possibile situazioni che rischiano di degenerare. L’Amministrazione comunale pertanto, data la richiesta crescente a riguardo, si è attivata per favorire l’installazione di sistemi antintrusione nelle case o edifici privati sia proprietari che affittuari. A tal proposito abbiamo messo bilancio per l’anno 2020 la somma di 50.000,00euro, per favorire l’istallazione di impianti di antifurto, allarme, videosorveglianza, etc. Fondi a cui hanno avuto accesso, privati residenti e proprietari di abitazione o affittuari con autorizzazione della proprietà.

La graduatoria è stata pubblicata, nel dovuto rispetto della privacy, ed è consultabile sul sito del Comune di Mirandola (www.comune.mirandola.mo.it).

Articolo precedenteHockey, Roller Scandiano sconfitto in casa dal Sandrigo
Articolo successivoIl deficit schizza al 9,4% del Pil, scende la pressione fiscale