Home Bassa modenese No alla propaganda fascista: la raccolta firme in Comune

No alla propaganda fascista: la raccolta firme in Comune

ADV


Il Comune di Soliera promuove la raccolta firme per aderire alla legge di iniziativa popolare contro chi fa propaganda di fascismo e nazismo (anche online) e chi produce e vende oggetti con simboli nazifascisti. È possibile recarsi alla portineria del municipio di piazza Repubblica 1, negli orari di apertura: dal lunedì al sabato 8.15-12.45 e martedì pomeriggio 14.30-17.30. È necessario essere iscritti nelle liste elettorali e presentare un documento di identità valido.

“C’è tempo fino al 31 marzo per poter firmare”, ricorda Angelo Pio Bruno, consigliere comunale con delega speciale alla Memoria. “La proposta di legge parte da Stazzema, il piccolo paese della Versilia segnato da una delle più tragiche stragi di civili messe in atto dai militari tedeschi nell’agosto del 1944. Il testo prevede per i trasgressori la reclusione da sei mesi a due anni, con la pena aumentata di un terzo se il fatto viene commesso attraverso strumenti telematici o informatici. Servono 50.000 firme per portare la proposta in Parlamento e spero che i solieresi possano fornire il loro contributo a questa iniziativa.”

Per informazioni sulla proposta di legge scrivere un’email a: info@anagrafeantifascista.it oppure consultare il sito www.anagrafeantifascista.it

 

 

 

 

Articolo precedenteNovità lavoristiche della Legge di Bilancio 2021: martedì 26 webinar gratuito promosso da Lapam Confartigianato
Articolo successivoFiorano: ‘Negazionismo, la seduzione della controstoria’, incontro online con lo storico Matteo Manfredini