Home Bassa reggiana “Arte in vetrina Guastalla”: allestite due nuove vetrine

“Arte in vetrina Guastalla”: allestite due nuove vetrine

Prosegue con successo l’iniziativa “Arte in vetrina Guastalla” che ha lo scopo di portare l’arte nelle vetrine di negozi sfitti, vuoti e trascurati da anni. Portare l’arte vicino alle persone, come espressione di emozioni ed energie da condividere, arricchire culturalmente e riscaldare gli animi preoccupati in questo periodo di incertezze. L’iniziativa sta riscuotendo enorme successo, tanto che vi hanno aderito già 40 artisti, fra pittori, illustratori, scultori, artigiani, non solo guastallesi o reggiani ma anche provenienti dalle province di Parma e Mantova, specialmente dai comuni dell’oltre Po.

Un progetto a cura di Giulia Crema, in collaborazione con Pro Loco  per offrire un centro storico più decoroso e attrattivo e restituire dignità alla Galleria Gonzaga, desiderio comune a tanti guastallesi. Con questa iniziativa si può promuovere l’attività dei commercianti del centro storico cittadino, coinvolgendoli ed esponendo anche nelle loro vetrine oggetti d’arte, creando così un filo conduttore.

Artisti, artigiani e hobbisti del territorio espongono a titolo gratuito le proprie opere all’interno dei negozi che vengono loro assegnati per circa un mese così da essere ammirate dal pubblico dei passanti che si fermano davanti alla vetrina.

Negli ultimi giorni sono state allestite due nuove vetrine, entrambe in Galleria Gonzaga e sono quattro gli artisti che si possono ammirare nel mese di febbraio a Guastalla. La professoressa Cristiana Califano ne ha curato i testi critici per aiutare i visitatori a conoscerli meglio nella tecnica e nell’espressione artistica.

Una prima vetrina è allestita in Corso Prampolini con le opere dell’illustratrice e creativa Sonia Ferrari. Cosi scrive di lei la professoressa Califano: “Appassionata di disegno e pittura, Sonia, da autodidatta, maneggiava colori e pennelli già nel periodo della sua infanzia. Nel tempo ha approfondito la tecnica dell’acquerello seguendo lezioni con Sara Giuberti, poi si è fatta via via evidente una scelta stilistica personale di cui il fulcro costitutivo è divenuta l’illustrazione, anche grazie alla partecipazione a corsi e workshop con Laura Cortinovis e Morena Forza.

Da un rigoroso esercizio quotidiano e con un occhio puntato anche all’utilizzo e alla sperimentazione dei possibili usi creativi della materia (carta, legno, tessuti, conchiglie, sassi, rami) sono nate diverse collaborazioni e proposte laboratoriali di riciclo creativo rivolte ai bambini, come quella con Andrea Fiaccadori (guida ambientale ed escursionistica) e con Bumbumciak (animatori musicali)”.

Un’altra vetrina all’inizio di Largo dei Mille ospita gli scatti fotografici di Alex Scaravelli, giovane fotoamatore guastallese che ha partecipato a diversi workshop di ritratto, street photography e reportage, ricevendo una menzione d’onore al Concorso Interphoto France nel 2018. Nello stesso anno Alex ha partecipato al Circuito Off di Fotografia Europea. “Nella sua produzione fotografica emerge chiaramente l’influenza della storicizzata fotografia autoriale e la propensione per il conseguente utilizzo del bianco e nero. Tra passaggi chiaroscurali e libere e personali ipotesi di lettura, in vetrina sono esposti ritratti di donne che si prestano in posa davanti al suo obiettivo. Scaravelli ricerca emozioni da catturare in un breve istante, quello del tempo fotografico, così breve da permettere un rapido trasferimento della realtà senza tralasciare gli aspetti introspettivi e più intimi del soggetto”.

Le due recentissime nuove vetrine nella Galleria Gonzaga

La prima ospita le opere di Liana Garbin. “La passione per l’arte – scrive Cristiana Califano – le è stata trasmessa dal padre Eligio, egli stesso bravissimo pittore fino agli anni ’90. Liana dipinge (acrilico su tela) un mondo onirico che lascia spazio solo alla sua libertà creativa. Un mondo fatto di sperimentazioni, stesure di colori e decorativismi dove non esistono regole o metodi di operare. I suoi lavori polimaterici tendono a svincolarsi dalla bidimensionalità della pittura classica e tentano una proiezione spaziale, tattile e volumetrica”.

Precedenti esposizioni dell’artista: “Casa Museo Antonio Ligabue” a Gualtieri anno 2020 – “Collettiva Contemporanea” Palazzo Bentivoglio a Gualtieri anno 2014 – “Collettiva” Olbia anno 2009 – “Personale” Palazzo Bentivoglio a Gualtieri anno 2007 – “Personale” Galleria Pont-Aven a Suzzara anno 2006

Nella seconda vetrina della Galleria, ad angolo, possiamo ammirare le eleganti opere di Maria Teresa Aldrovandi, ex-insegnante, fin da ragazza affascinata dall’arte pittorica che non ha mai abbandonato. “Ho mantenuto viva questa passione” spiega Maria Teresa “frequentando anche alcuni corsi per migliorare la mia tecnica e l’approccio alle immagini e ai colori”.

“Rinnovo i ringraziamenti per la gentile collaborazione e il sostegno all’Ufficio Cultura del Comune di Guastalla e alla Proloco – afferma entusiasta Giulia Crema – Gioisco ad ogni nuovo artista che mi contatta, ad ogni sguardo curioso che si ferma ad osservare le vetrine allestite, immagino che possa risvegliare il desiderio di riprendere in mano colori e pennelli, macchine fotografiche o scalpelli, vecchi libri d’arte o di poesia, e tornare ad esprimersi attraverso l’arte anziché con parole di lamentela”.

Per info e per partecipare al progetto con proprie opere: arteinvetrinaguastalla@gmail.com

(foto di Giulia Crema e Fausto Franzosi)