Home Bologna La Città metropolitana approva la riduzione dell’80% del canone di concessione ai...

La Città metropolitana approva la riduzione dell’80% del canone di concessione ai gestori dei bar-tavola fredda negli Istituti superiori

ADV


Foto di Loufre da Pixabay

Riduzione dell’80% dei canoni di concessione dei bar tavola fredda collocati negli Istituti Scolastici di proprietà della Città metropolitana (per circa 74 mila euro), per contrastare gli effetti della situazione emergenziale derivante dalla diffusione del Covid-19.

“La pandemia – si legge nell’atto del sindaco metropolitano approvato oggi – ha portato a una iniziale chiusura totale dell’attività didattica in presenza a partire dal 23 febbraio 2020 fino al temine dell’anno scolastico 2019/2020, che ha inciso sulla possibilità di proseguire con la regolare attività dei bar/tavola fredda all’interno degli Istituti scolastici. Il perdurare dell’emergenza sanitaria ha portato poi ad ulteriori provvedimenti che hanno ulteriormente inciso anche sulle attività didattiche in presenza degli studenti e di tutto il personale scolastico”.

Le richieste per la riduzione dei canoni pervenute alla Città metropolitana dagli Istituti scolastici (che gestiscono la concessione a terzi dei locali) sono state accolte per un importo totale di 73.986,30 euro così ripartito:

  • I.I.S. F. Alberghetti – Imola 4.267,20
  • I.I.S. Belluzzi – Fioravanti 19.336,07
  • I.I.S. E. Majorana – San Lazzaro di Savena 3.994,08 euro
  • I.I.S. L. Fantini – Vergato 4.088,00 euro
  • I.I.S. Manfredi Tanari – Bologna 8.616,00 euro
  • I.I.S. Montessori Da Vinci – Porretta 7.203,64 euro
  • I.T.C. G. Salvemini – Casalecchio di Reno 11.468,51 euro
  • I.T.C. R. Luxemburg – Bologna 8.411,20 euro
  • Liceo A. Righi – Bologna 6.601,60 euro

Per gli Istituti che hanno già versato la prima rata del canone (I.I.S. L. Fantini – Vergato 2.555,00 euro, I.I.S. Montessori Da Vinci – Porretta 4.505,64 euro, I.T.C. G. Salvemini – Casalecchio di Reno 7.167,82 euro per un totale di 14.228,46 euro), tenendo conto che il canone totale dovuto è di 28.450,19 euro e, riconoscendo una riduzione dell’80%, l’importo totale del canone dovuto ammonta a 5.690,04 euro, si evidenzia un rimborso di 8.538,42 euro che verrà restituito nel corso del 2021.

La minor entrata sarà coperta dall’Ente mediante prelievo dal Fondo emergenza Covid-19. In caso di provvedimenti nazionali e /o regionali che prolunghino la chiusura anche parziale e/o la riduzione percentuale della presenza degli studenti relativamente agli istituti scolastici si potrà procedere con un analogo provvedimento anche per il 2021.