Home Fiorano Nuovi spazi per i giovani affetti da autismo

Nuovi spazi per i giovani affetti da autismo

Dal 2014 Villa Igea svolge, in rapporto convenzionato con l’Asl, attività terapeutiche per bambini e ragazzi autistici della provincia di Modena, di età compresa fra i 6 e i 15 anni. Le attività si svolgono prevalentemente presso la sede di Aut Aut di Cognento, associazione che promuove e coordina iniziative di assistenza, formazione e raccolta fondi, a sostegno delle famiglie con persone autistiche.

Per rispondere alle esigenze del comprensorio del Distretto Ceramico in materia di autismo, nel 2019 è stato individuato il Centro Parrocchiale di Fiorano Modenese quale sede dove poter svolgere agilmente le attività, messo cortesemente a disposizione dalla Parrocchia cittadina. Don Antonio Lumare ha siglato un accordo di utilizzo da parte di Aut Aut di alcuni locali, e dall’ottobre 2020 si è partiti. L’Amministrazione, insieme al dottor Manetti, si è vista mediatrice in questo frangente, dando corpo alla volontà di fare fronte a tale problematica. Infine, da gennaio 2021 hanno avuto inizio anche iniziative gestite da Villa Igea, per quanto rallentate dalla situazione epidemiologica in atto (e dunque dalla necessità di creare gruppi minimi, e di igienizzare locali e materiali dopo ogni sessione).

“È stato un anno – commenta l’assessore Luca Busani – particolarmente difficile, eppure grazie all’impegno di tutti e alla disponibilità della Parrocchia si è riusciti ad avviare questo nuovo progetto, che vedrà coinvolti i bambini autistici dell’intero distretto. È la dimostrazione che quando enti, associazioni e altre realtà locali hanno davvero a cuore il bene comune si creano sinergie utili a raggiungere risultati concreti; e siamo convinti che questo sia un importante modello per rilanciarci, in un momento tanto delicato”.

La presenza di associazioni ad alto valore sociale rappresenta un’opportunità per tutta la popolazione. Il tema Autismo è via via più presente nelle nostre comunità locali, queste iniziative possono servire per conoscerlo e condividerne gli aspetti rilevanti. Un tema esplicitato fin da subito anche dal parroco, conscio della presenza di persone a noi vicine coinvolte.

L’efficacia delle terapie cognitivo-comportamentali ABA erogate dall’equipe di Villa Igea è maggiore laddove l’analisi venga effettuata nei luoghi di vita, insieme a famiglie, scuola e comunità di riferimento. Ciò permette di stimolare il ragazzo nella sua quotidianità, uscendo, ove necessario, dal contesto ambulatoriale. L’auspicio è che siano modalità sempre più diffuse nell’affrontare l’autismo.