Home Carpi Molti controlli e anche sanzioni a Carpi per le norme anti-Covid violate

Molti controlli e anche sanzioni a Carpi per le norme anti-Covid violate

ADV


Fine settimana di intensi controlli per la Polizia Locale, impegnata a contrastare il numero ancora alto di violazioni da parte di persone che non rispettano le regole anti-Covid: le pattuglie, sia in divisa sia in borghese, sono infatti dovute intervenire più volte in giro per la città, sia nelle strade e piazze del Centro storico sia in aree verdi pubbliche, a tutela della salute di tutti i cittadini.

Gli agenti impiegati nel servizio infatti sono dovuti intervenire in numerose situazioni, sanzionando soggetti che non indossavano la mascherina, e in un caso per aver violato il divieto di uscire dal proprio Comune senza giustificato motivo; sanzioni inoltre per consumo di bevande alcoliche in vetro nei parchi. Il dispositivo di protezione individuale, la mascherina appunto, in alcuni casi era tenuto in tasca, in un altro caso la persona ha dichiarato di non averlo con sé quindi è stato fornito dalla stessa pattuglia. Tutto ciò dovendo talvolta affrontare, da parte dei cittadini, anche atteggiamenti irrispettosi sul piano personale.

Sempre a Carpi, ieri sera i carabinieri hanno imposto la chiusura per cinque giorni ad una friggitoria del centro storico, all’interno della quale, oltre l’orario di cena, sono stati identificati alcuni avventori. Al gestore è stata anche comminata una sanzione amministrativa.

«La pandemia non è sconfitta – sottolinea Mariella Lugli, Assessore alla Sicurezza – ma se le restrizioni che dobbiamo ancora seguire limitano sicuramente le nostre attività e gli spostamenti che vorremmo fare, questo però non deve far venir meno l’obiettivo primario: uscire il prima possibile dalla emergenza e ridurre l’aumento dei contagi che stiamo registrando. A maggior ragione, dunque, sono inaccettabili gli attacchi e gli atteggiamenti di scherno verso la nostra Polizia Locale, che fa i controlli, ricordiamocelo, a nome e nell’interesse di tutti. E la grande professionalità e la responsabilità dimostrata dai nostri agenti nel fine settimana, ha permesso di sedare alcune situazioni “calde” che si sono presentate. Pertanto l’Amministrazione richiama tutti a un atteggiamento più consapevole, rispettoso e attento, perché non serve aggirare le regole. E fa presente che l’oltraggio a pubblico ufficiale è un reato penale, con ciò che comporta».