Home Cronaca Vendono online inesistenti biciclette elettriche: denunciati dai carabinieri di Montecchio Emilia

Vendono online inesistenti biciclette elettriche: denunciati dai carabinieri di Montecchio Emilia

ADV


Grazie ad una piattaforma online e un’inserzione esca associata a un contatto telefonico e una carta prepagata, fittiziamente intestata a un amico compiacente, dal capoluogo partenopeo un 49enne napoletano si è insidiato in una specifica piattaforma online commercializzando a prezzi assolutamente concorrenziali biciclette elettriche. Da Montecchio Emilia, con l’intento di acquistare una bicicletta elettrica, un 38enne de posto ha risposto ad un annuncio sulla predetta piattaforma per l’acquisto di una bicicletta elettrica, le cui caratteristiche corrispondevano alle sue esigenze, venduta al prezzo di 300 euro.

Dopo un primo contatto telefonico seguito dalla trattativa su WhatsApp, la vittima si dichiarava intenzionata all’acquisto provvedendo, come richiesto dall’inserzionista per bloccare la vendita, a versare l’importo richiesto attraverso al ricarica di una postepay fornitagli dal venditore. Inviati i soldi, i contatti si sono completamente azzerasti. Non riuscendo più a contattare il venditore la vittima concretizzato di essere rimasto vittima di un raggiro, l’uomo si è presentato ai carabinieri della stazione di Montecchio Emilia formalizzando la denuncia per truffa.

Dopo una serie di riscontri tra il numero telefonico associato all’inserzione esca e la carta prepagata dove era confluito l’importo versato, i carabinieri catalizzavano le attenzioni investigative sugli odierni indagati – il 49enne di Napoli e l’amico 23enne abitante nello stesso comune partenopeo – nei cui confronti venivano acquisiti una serie di incontrovertibili elementi di responsabilità per il reato di concorso in truffa per la cui ipotesi di reato venivano quindi denunciati.

Articolo precedenteSerie di posti di controllo, domenica, sulle principali arterie dell’Appennino reggiano
Articolo successivoISNB, i Carabinieri donano le uova pasquali ai bambini e sanitari