Home Ambiente A Fiorano spesi 370.000 euro per la manutenzione del verde

A Fiorano spesi 370.000 euro per la manutenzione del verde

Nel 2020 il patrimonio verde fioranese ha visto importanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Il tema della gestione del verde è molto sentito dalla cittadinanza e questo interesse è condiviso anche dall’Amministrazione.

Lo scorso anno sono stati spesi circa 370.000 euro per la manutenzione del verde a Fiorano Modenese. Gli importi più consistenti riguardano 120.000 euro per la potatura di circa 290 esemplari, l’abbattimento di 70 piante e 165 ripiantumazioni.

Altri 170.000 euro sono stati spesi per lo sfalcio delle aree verdi (parchi, aiuole stradali e aree scolastiche), mentre 30.000 euro sono stati spesi per la pulizia dei parchi.

Il regolamento del verde del Comune di Fiorano Modenese prevede due periodi per le potature: dal 1° novembre al 15 marzo e dal 1 luglio al 31 agosto. Potature al di fuori di questi periodi possono essere consentite per esigenze particolari, purché le piante non si trovino nella fase di germogliazione.

Il ricorso all’abbattimento di un albero avviene solo per casi di stretta necessità, documentata da perizie tecniche accurate, come ad esempio avviene per gli stati vegetativi irrimediabilmente compromessi, per gravi problemi di carattere fitosanitario, per radici che provocano lesioni o danni a strutture murarie. Prima di ogni abbattimento viene fatta una accurata valutazione, ad un esempio per l’intervento, atteso dai cittadini, sulle alberature di via Verdi, tra gennaio e febbraio 2021 sono state 63 le piante potate e solo una abbattuta.

“La presenza di verde è di fondamentale importanza per la riduzione delle sostanze nocive nell’aria, per contrastare l’effetto isola di calore e consentire il drenaggio delle acque piovane – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Monica Lusetti – per questo nel Documento Unico di Programmazione è stato inserito l’obiettivo “Due alberi per ogni neonato”, al fine di incrementare il verde pubblico, tramite il raddoppio delle piantumazioni previste dall’iniziativa “Un albero per ogni neonato”.”

Nel 2020 i nuovi nati a Fiorano Modenese sono stati 121, per cui, in questo periodo, si sta procedendo a piantare 300 nuovi alberi nella zona di via Torrente Dragone. Un numero di piante che risulta più del doppio dei neonati stessi, in quanto, come sempre avviene, si calcola nelle nuove piantumazioni, anche una piccola percentuale di alberi che non riusciranno ad attecchire. Lo stesso principio si applica anche per la sostituzione degli alberi abbattuti, per cui vige l’obbligo di ripiantumazione.