Home Appennino Modenese “Il Ciclo non è un lusso”, il Sindaco di Castelfranco scrive ai...

“Il Ciclo non è un lusso”, il Sindaco di Castelfranco scrive ai colleghi di Vignola, Spilamberto, Pavullo e Carpi

A margine del lancio dell’iniziativa “Il Ciclo non è un lusso” il Sindaco di Castelfranco Emilia, Giovanni Gargano scrive ai colleghi di Vignola, Spilamberto, Pavullo e Carpi:

“Care colleghe, cari colleghi, uniamo le forze per dare ancora più slancio, in maniera sinergica, ad una iniziativa assolutamente virtuosa e a completo beneficio della nostra cittadinanza”. Si potrebbe sintetizzare così il messaggio del Sindaco di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano che, alla luce delle iniziative lanciate per l’abbattimento delle tasse applicate sui prodotti per il ciclo mestruale con altri Comuni e Città impegnati fattivamente in questa direzione, ha deciso di prendere carta e penna e scrivere una lettera aperta destinata proprio ai Sindaci che si sono attivati in occasione delle celebrazioni della Giornata internazionale della donna, ovvero i Primi cittadini di Vignola, Spilamberto, Pavullo e Carpi.

“Anche a Castelfranco Emilia, con il progetto “Il ciclo non è un lusso”, abbiamo iniziato un percorso, in un primo momento rivolto alle farmacie comunali, che ora si è aperto alla comunità, attraverso un avviso pubblico rivolto alle attività commerciali del territorio, e proprio nella mattinata di oggi ho avuto l’onore di consegnare il primo attestato ad una farmacia privata della Città” scrive Gargano nella sua missiva ricordando che “l’iniziativa nasce con lo scopo di ridurre il costo di un bene necessario per le donne, ma soprattutto vuole lanciare un messaggio di attenzione per la tematica rivolto al tessuto economico ed alla comunità, ed è per questa ragione che mi rallegrano le tante iniziative spontanee che si sono attivate presso diversi Comuni della Provincia, che hanno voluto estendere l’iniziativa al proprio territorio”. Di qui, l’idea e soprattutto l’invito agli altri Sindaci: “Mi rivolgo a voi, i primi comuni del territorio provinciale che hanno attivato iniziative analoghe, con l’intento di provare a fare rete per ampliare l’interesse verso questa tematica, per dare maggiore eco ad una istanza giusta, la cui risposta non può essere lasciata soltanto all’iniziativa locale. Sperando che vogliate accogliere favorevolmente questa proposta” ha aggiunto Gargano, proponendo una data specifica per i prossimi giorni con il fine di confrontarsi direttamente per “condividere proposte, azioni e sinergie utili a promuovere il coinvolgimento e l’adesione di soggetti privati e portatori di interesse, per estendere le adesioni all’iniziativa, sia da parte di altri Enti territoriali, che da parte di soggetti privati ed organismi di rappresentanza”.