Home Ambiente I dati dei consumi di acqua pubblica a Guastalla attestano un risparmio...

I dati dei consumi di acqua pubblica a Guastalla attestano un risparmio di oltre 320 mila bottiglie di plastica nel 2020

ADV


Come altri comuni della provincia di Reggio Emilia, anche Guastalla ha il suo distributore di acqua pubblica gratuita, inaugurato l’11 settembre 2010 e collocato in via Foscolo a ridosso del centro storico. È attivo tutti i giorni ed è in grado di erogare ai cittadini acqua naturale, gassata e refrigerata proveniente dagli acquedotti gestiti da Iren Spa. Ogni cittadino può prelevare fino a un massimo di 6 bottiglie per volta.

 

Qui di seguito i dati della lettura dei consumi relativi alla casetta di via Foscolo per l’anno 2020:

  • Data Inaugurazione  11/09/2010
  • Consumo anno 2020 (m3)   481,0
  • Consumo giornaliero (m3/g)   1,3
  • Bottiglie da 1,5 litri risparmiate   320.667
  • PET risparmiato (t)  11,2
  • Acqua risparmiata nel ciclo prod. (m3)   191
  • Petrolio risparmiato (t)   21,3
  • CO2 non emessa (t)    29,2

Nel corso del 2020 sono stati mediamente erogati ogni giorno dal distributore di Guastalla 1,3 mc di acqua naturale, fresca o gassata che equivalgono a 481 mc all’anno.

Considerando l’utilizzo prevalente di bottiglie da 1,5 litri, significa aver risparmiato 320.667 bottiglie di plastica, pari a 11,2 tonnellate di PET (circa 35 grammi a bottiglia). Nella tabella riportata sono indicate anche le tonnellate di petrolio risparmiate e di CO2 non emessa. Dal numero delle bottiglie risparmiate si evince naturalmente l’economicità per le famiglie.

L’assessore all’ambiente Chiara Lanzoni pone l’accento sul tema della sostenibilità ambientale. “I dati dei consumi di acqua pubblica consentono una riflessione in concomitanza con la Giornata Mondiale della Terra che si è celebrata ieri e che chiama in causa tutti nell’adottare misure di salvaguardia dell’ambiente attraverso piccole azioni quotidiane – commenta l’arch. Lanzoni – L’erogatore di via Foscolo consente ai cittadini  guastallesi di avere acqua gratuita a chilometro zero, quindi un minor consumo di bottiglie di plastica e di petrolio per fabbricarle. Di conseguenza, una minore produzione di rifiuti e di anidride carbonica emessa in atmosfera”.

 

Un’acqua a “chilometro zero”

L’acqua arriva direttamente al distributore, come nelle nostre case, attraverso la rete dell’acquedotto e, nel caso specifico del distributore di Guastalla, proviene dai pozzi di Luzzara, profondi e ben protetti, successivamente trattata da un moderno impianto di filtrazione. Zero emissioni inquinanti. Zero impatti ambientali.

 

Un’acqua di qualità e controllata

E’ controllata sia alla fonte, sia lungo la rete di distribuzione dai laboratori di Iren che  eseguono ogni giorno centinaia di analisi in tutti i comuni in cui opera la società. E’ inoltre costantemente monitorata dall’Azienda Ausl di Reggio Emilia che ne attesta la potabilità. I cittadini possono conoscere i dati delle analisi dell’acqua direttamente al distributore attraverso una tabella che riporta la qualità dell’acqua erogata o sul sito www.gruppoiren.it.

 

Un’acqua economica

Gli italiani sono fra i maggiori consumatori al mondo di acqua in bottiglia. L’acqua ‘del Sindaco’ è gratuita e consente alle famiglie di Guastalla di risparmiare oltre 200 euro all’anno.