Home Bologna All’Ospedale Maggiore al via il percorso di somministrazione delle terapie monoclonali a...

All’Ospedale Maggiore al via il percorso di somministrazione delle terapie monoclonali a pazienti selezionati positivi al covid-19

ADV


All’Ospedale Maggiore al via il percorso di somministrazione delle terapie monoclonali a pazienti selezionati positivi al covid-19
Archivio Ausl Bologna – foto Paolo Righi

Al via, oggi, lunedì 3 maggio, presso l’ambulatorio covid-19 e il Pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore, il percorso di somministrazione delle terapie monoclonali a pazienti selezionati positivi al covid-19.

Gli anticorpi monoclonali utilizzati in terapia, generalmente suddivisi in base alla loro attività antinfiammatoria, immunosoppressiva, antitumorale, colpiscono e interferiscono con l’azione di una sostanza chimica o di un recettore coinvolto nello sviluppo della malattia.

La terapia con anticorpi monoclonali trova indicazione nella fase iniziale dell’ infezione da coronavirus in quanto interferisce con la replicazione virale riducendo quindi l’evoluzione verso forme severe di polmonite interstiziale con insufficienza respiratoria, soprattutto in pazienti con fattori di rischio quali ad esempio immunodeficienze acquisite, obesità grave e in trattamento dialitico.

I pazienti a cui viene somministrata la terapia possono essere intercettati dai Medici USCA, Medici di Pronto Soccorso e dai Medici di Medicina di Generale che, sulla base degli elementi sopra descritti, propongono il paziente allo specialista infettivologo, e se questi concorda procede alla convalida del trattamento (compilando una scheda su registro Aifa che permetterà alla Farmacia Ospedaliera di erogare i farmaci).

“È importante saper mettere a disposizione con tempestività le nuove occasioni di terapia, soprattutto quando questo può e deve avvenire in fase precoce – sottolinea Lorenzo Roti, Direttore sanitario dell’Azienda Usl di Bologna. In questo caso vince la cooperazione tra l’ospedale e il territorio: questo è infatti un esempio virtuoso di tale collaborazione per garantire ai nostri assistiti accesso a cure innovative”.

La terapia prevede il consenso informato del paziente e consiste in un’unica somministrazione di un’infusione di due  farmaci in associazione.

La somministrazione dei farmaci può avvenire:

• per i pazienti maggiorenni presso:

-Ambulatori covid-19 all’Ospedale Maggiore e al Policlinico di S. Orsola dal lunedì al venerdì sulla base di una programmazione sul Portale Sole da parte dei MMG, Medici Usca e Medici PS rispettando il vincolo temporale dei 5 gg dall’inizio dei sintomi.

-Pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore, dell’Ospedale di Bentivoglio e del Policlinico di S. Orsola,  se la tempistica di insorgenza dei sintomi non consente la programmazione.

• per i pazienti 12-17 anni presso:

-il Pronto soccorso Pediatrico dell’Ospedale Maggiore e del Policlinico di S.Orsola

La Regione Emilia-Romagna ha definito delle linee di indirizzo che esprimono una forte raccomandazione per l’utilizzo degli anticorpi monoclonali, in questa prima fase, in pazienti >12 anni con immunodeficit o in trattamento dialitico, con tampone nasale molecolare positivo, con sintomi lievi-moderati insorti da meno di 5 gg che non richiedano ospedalizzazione e somministrazione di Ossigeno. Al fine di governare il processo sopra descritto è stata definita una procedura interaziendale fra Azienda Usl di Bologna e Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna.