Home Modena Il condominio R-Nord si rifà il look

Il condominio R-Nord si rifà il look

ADV


R-Nord (foto T. Moro)

Il condominio R-Nord si rifà il look approfittando del Bonus facciate e del Bonus ristrutturazione. Nell’ultima assemblea, il condominio Torre Nord 2 (via Attiraglio) ha infatti approvato l’intervento per il rifacimento delle facciate, con lavorazioni che rientrano nella detrazione d’imposta pari al 90 per cento delle spese sostenute e altre che porteranno alla detrazione del 50 per cento come ristrutturazione. E, tra qualche giorno, il medesimo intervento sarà sottoposto all’assemblea del condominio Torre Nord 1 (via Canaletto) con l’obiettivo di rinnovare l’intero complesso.

Il progetto già deliberato, che sarà realizzato in collaborazione con Hera Servizi Ambientali per un valore complessivo di poco inferiore a 900 mila euro (circa 700 mila a carico delle proprietà pubbliche Comune, CambiaMo e Acer e la quota rimanente a carico dei privati proprietari), riguarderà le facciate dal piano secondo al decimo e parte di quelle dei piani terra e primo.

I lavori consisteranno nell’idrolavaggio a pressione delle pareti per eliminare sporcizia e materiale prossimo al distacco, nella rimozione di tutte le superfici instabili, nel ripristino delle parti ammalorate delle superfici a cemento armato, con il trattamento dei ferri d’armatura scoperti, e di quelle intonacate, oltre che dei parapetti con tinteggiatura protettiva finale. Si procederà alla sistemazione di davanzali e cornici delle finestre, al rifacimento dei pavimenti di balconi e terrazze, comprese le relative impermeabilizzazioni. Sui corrimani in metallo si interverrà con pulizia e applicazione di antiruggine e pitturazione con smalto sintetico. In corso d’opera si concorderanno infine altre lavorazioni.

L’intervento di recupero delle facciate dell’edificio si aggiunge a una serie di azioni che, nel tempo, hanno interessato l’R-Nord. Attualmente, in particolare, sono in corso i lavori di recupero e rifunzionalizzazione negli spazi al piano terra e primo, che ospiteranno la Medicina dello sport e la Palestra riabilitativa. La fine delle attività è prevista per il mese di luglio e, a seguire, gli ambienti verranno consegnati all’Ausl per l’arredo e gli allestimenti funzionali all’avvio dell’attività.

Articolo precedenteOttimi risultati per lo “Spallanzani” di Castelfranco Emilia alla finale nazionale del Cooking Quiz Digital
Articolo successivoDa Fabriano a Modena per curare i reni. La storia di Marta, una giovane che non si è arresa