Home Appuntamenti A Soliera torna Arti Vive Festival dall’8 all’11 luglio

A Soliera torna Arti Vive Festival dall’8 all’11 luglio

ADV


A Soliera torna Arti Vive Festival dall’8 all’11 luglioAppuntamento tra un mese a Soliera. Da giovedì 8 a domenica 11 luglio torna Arti Vive Festival, la 14ª edizione di una manifestazione che incrocia musica live, teatro e performance artistiche, attirando nelle strade e nelle piazze del centro storico un numero sempre crescente di spettatori provenienti da tutta Italia. I primi ospiti annunciati sono Lucio Corsi, Jay-Jay Johanson e Dillon.

Lucio Corsi approderà in piazza Lusvardi nella serata inaugurale di giovedì 8 luglio, accompagnato dalla sua super band (Marco Ronconi alla batteria, Filippo Scandroglio alla chitarra, Iacopo Nieri al pianoforte, Giulio Grillo alle tastiere e Tommaso Cardelli al basso) per uno spettacolo che si annuncia travolgente, brillante, un vero e proprio rolling thunder tour. Con “Cosa faremo Grandi”, il cantautore toscano ci ha fatto esplorare mondi straordinari caratterizzati da racconti, ricordi, suoni e metafore fiabesche alternate a scenari glam rock tutti rivisitati alla sua maniera. Un microcosmo immaginario tutto frutto della sua immaginazione. Un disco prodotto da Francesco Bianconi e Antonio Cooper Cupertino, accompagnato dalle opere visionarie di Tommaso Ottomano.

La sola occasione per vedere dal vivo Jay-Jay Johanson questa estate in Italia sarà sabato 10 luglio a Soliera. Un’unica data estiva in cui l’artista svedese presenterà ‘King Cross’, il disco pubblicato a settembre 2019, una collezione di nuovi brani che spaziano dall’electro pop al folk al prog-rock, a dimostrazione delle abilità dell’artista svedese, in grado di spaziare tra diversi generi musicali. Nel disco, carico di testi poetici accompagnati dalla voce melanconica di Jay-Jay Johanson, si trovano anche le collaborazioni di Robin Guthrie (Cocteau Twins) e Jeanne Added.

Nella stessa serata si esibirà Dominique Dillon de Byington, alias Dillon. Nata in Brasile, cresciuta a Colonia e stabilitasi a Berlino, Dillon ha esordito nel 2011 con ‘This Silence Kills’, album acclamato dalla critica che ha paragonato la voce dell’artista a quella di Feist, Bjork e Joanna Newsom. Nel corso di un decennio il suo sound ha raggiunto livelli di alta intensità, accompagnato dalla inconfondibile voce dark-melodica. ‘When Breathing Feels Like Drowning’ è il titolo dell’Ep digitale pubblicato ad aprile 2019, una raccolta di brani al pianoforte che Dillon ha composto e registrato nel corso degli anni, brani che poche volte si è trovata a suonare dal vivo, più per sé stessa.

Capienza limitata, biglietti da 10 euro sul circuito Viva Ticket.

www.artivivefestival.it

Articolo precedenteDeposito incontrollato di rifiuti, denunciato dai carabinieri forestali
Articolo successivoAd aprile in calo le vendite al dettaglio