Home Correggio Correggio: ritardi nei lavori su via Guardanavona. Procede il cantiere della Rodari

Correggio: ritardi nei lavori su via Guardanavona. Procede il cantiere della Rodari

ADV


Il rifacimento dell’attraversamento pedonale rialzato di via Guardanavona sta richiedendo più tempo del previsto: per imprevisti di cantiere infatti i lavori non termineranno prima del 23 giugno. Inevitabili e comprensibili le lamentele dei cittadini residenti verso cui l’Amministrazione Comunale si scusa assicurando che il monitoraggio dei lavori è stato e continuerà ad essere costante.

La Società Cooperativa Consorziata C.E.A.R., che invece sta eseguendo i lavori di ristrutturazione della scuola primaria Rodari che si affaccia proprio su via Guardanavona, sta procedendo spedita.

Giovedì 17 giugno sarà installata la gru di cantiere e nei giorni successivi inizieranno le opere di demolizione della copertura.

La ditta f.lli Azzoni ha iniziato i lavori di adeguamento dell’impianto antincendio di tutta l’area Ex Cremeria. Sarà realizzato un anello sotterraneo per portare l’acqua, in caso di incendio a tutti gli edifici presenti nell’area e sarà installato un nuovo impianto di pompaggio per poter avere la corretta portata e pressione nell’impianto antincendio.

“Il cantiere è un’organizzazione complessa in cui professionisti diversi e competenze specifiche sono legati alla necessità e all’obiettivo comune di realizzare un’opera. Ci sono routine e procedure che, per quanto consolidate e prevedibili, vanno continuamente aggiustate. Io che non sono un’addetta ai lavori, ogni giorno mi scontro con questa complessità, ma nessuno tra noi amministratori e tra i tecnici ha perso la volontà di continuare questo lungo e avvincente progetto di riqualificazione delle nostre scuole, delle nostre strade e delle nostre opere pubbliche.” Afferma la Sindaca di Cavriago Francesca Bedogni.

 

 

Articolo precedenteImparare il linguaggio Braille con i mattoncini della Lego, succede anche al Albinea
Articolo successivoAUSL IRCCS Reggio Emilia: confermati i prossimi Open Day con vaccino Pfizer o Moderna