Home Top news by Italpress A Venezia il nuovo Pinocchio animato di Straffi

A Venezia il nuovo Pinocchio animato di Straffi

ADV


VENEZIA (ITALPRESS) – Il nuovissimo Pinocchio e il suo creatore Iginio Straffi, fondatore e presidente del gruppo Rainbow, hanno sfilato sul red carpet della 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, la kermesse cinematografica più attesa dell’anno, incantando il pubblico di appassionati presenti. A pochi mesi dal lancio televisivo della serie animata “Pinocchio and Friends”, che andrà in onda su Rai Yoyo con 26 episodi a partire dal 29 novembre, l’anteprima della nuova property del gruppo fiore all’occhiello dell’entertainment Made in Italy è approdata al Lido emozionando addetti ai lavori e amanti dell’animazione.
Ispirandosi alla fiaba più amata di tutti i tempi, Iginio Straffi ha ricreato una storia universale trasportando il classico di Collodi nel mondo contemporaneo e facendo emergere, al tempo stesso, l’essenza di ciò che rende Pinocchio un intramontabile sogno a occhi aperti. La trasposizione in veste action-comedy è pronta a conquistare il cuore dei più piccoli: Pinocchio, insieme alla sua amica Freeda e al Grillo Parlante, trascinerà il pubblico in avventure originali e sorprendenti. “Il nostro Pinocchio parla ai bambini in modo moderno e spensierato, spingendoli a coltivare i loro sogni con storie ricche di colori, avventura e colpi di scena. Ci siamo divertiti a giocare con la fiaba creando situazioni in cui i bambini possono riconoscersi, ma sempre collegate ai personaggi e all’immaginario di Pinocchio” ha dichiarato Iginio Straffi “Pinocchio è il personaggio italiano più amato che sia mai stato creato nella letteratura fiabesca, e le radici del Gruppo Rainbow sono italiane. Oggi più che mai le esigenze dei bambini meritano le attenzioni degli adulti e Pinocchio è la più grande dichiarazione di amore verso l’infanzia ed i percorsi di crescita dei più piccoli. Ecco perchè era giusto tornare a Collodi, attualizzando quello che era possibile rendere ancora più contemporaneo, di una storia che non invecchia mai”.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteModena ricorda Mario Del Monte nel 27° anniversario della scomparsa
Articolo successivoMirandola, donati al Santa Maria Bianca gastroscopio e videoprocessore di ultima generazione