Home Ambiente Enel presenta alla regione il piano di investimenti a favore della transizione...

Enel presenta alla regione il piano di investimenti a favore della transizione energetica e della sostenibilità ambientale

ADV


Un ambizioso piano di investimenti nella Regione Emilia Romagna per migliorare la qualità del servizio elettrico,  rafforzare la presenza delle fonti rinnovabili  e le performance degli impianti produttivi presenti sul territorio regionale a sostegno della transizione energetica, della sostenibilità ambientale e dell’innovazione. Sono questi i temi principali al centro dell’incontro, che si è tenuto a Bologna presso la sede della Regione Emilia Romagna, tra il Direttore Italia del Gruppo Enel Carlo Tamburi e il Presidente Stefano Bonaccini insieme all’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Green Economy, Vincenzo Colla.

Nel prossimo triennio l’azienda elettrica investirà in Emilia Romagna circa 700 milioni euro di cui, oltre la metà, dedicata allo sviluppo, al rinnovo e alla digitalizzazione del sistema elettrico del futuro per dotare i cittadini emiliano-romagnoli di una rete di distribuzione di energia elettrica intelligente, resiliente e flessibile.

Durante l’incontro la società elettrica ha evidenziato come, grazie agli investimenti effettuati e un’attenzione sempre più crescente verso il Cliente, la qualità del servizio elettrico in Emilia Romagna si è attestata la migliore d’Italia, con una durata media di interruzione del servizio per cliente al di sotto del livello obiettivo regionale indicato dall’Autorità di Regolazione Energia, Reti e Ambiente (ARERA).

Confermato inoltre l’impegno del gruppo energetico per la diffusione della  mobilità elettrica attraverso l’istallazione di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici con oltre 1100 punti di ricarica attivi sul territorio regionale.

Un focus particolare è stato dedicato sia agli interventi per la transizione energetica e l’innovazione con progetti di repowering degli impianti produttivi presenti sul territorio volti ad aumentarne la loro efficienza e potenza sia ai progetti  speciali quali il Tecnopolo di Bologna e il nascente sito produttivo di SilK Faw a Reggio Emilia.

“Transizione ecologica e digitale sono gli assi di sviluppo delle politiche dell’Emilia-Romagna dei prossimi dieci anni, come indicato anche dal Patto per il Lavoro e per il Clima – ha dichiarato il Presidente Stefano Bonaccini – Con Enel c’è una forte condivisione in questa direzione e ci tengo a ringraziarli per l’importante impegno che hanno messo in campo a favore della nostra Regione. Interventi fondamentali per migliorare la qualità del nostro ambiente, della vita dei cittadini e per mantenere l’Emilia-Romagna al passo con le regioni più avanzate d’Europa e non solo”.

“Contribuire allo sviluppo sostenibile, sociale ed economico, delle comunità con cui quotidianamente ci interfacciamo è uno dei pilastri della nostra strategia industriale –  ha dichiarato il Direttore Carlo Tamburi -.Con il piano di investimenti in Emilia Romagna rinnoviamo ulteriormente il nostro impegno a favore della transizione energetica della Regione, a beneficio dei cittadini e delle imprese che operano sul territorio”.

 

Articolo precedente“Il Ragazzo e la Ragazza più veloci di Sassuolo” domenica durante le Fiere d’Ottobre
Articolo successivoDa martedì 12 ottobre è possibile l’accensione degli impianti di riscaldamento su tutto il territorio comunale sassolese