Home Albinea Il Presidente Bonaccini inaugurerà sabato ad Albinea la nuova struttura sportiva comunale

Il Presidente Bonaccini inaugurerà sabato ad Albinea la nuova struttura sportiva comunale

ADV


Sarà il Presidente della Regione Stefano Bonaccini a tagliare il nastro della nuova struttura sportiva comunale di Albinea. All’evento, che si svolgerà sabato 16 ottobre, alle ore 11.30, in via Grandi 6, parteciperanno, oltre al sindaco Nico Giberti e alla direttrice del Circolo Tennis albinea, Giulia Bizzarri, anche due graditissimi ospiti: il pallavolista campione d’Europa e del Mondo, Andrea Lucchetta e l’amministratore delegato di Pallacanestro Reggiana, Alessandro Dalla Salda.

Il programma della mattinata prevede gli interventi istituzionali, il taglio del nastro, la visita all’interno della rinnovata struttura e l’esibizione di due società sportive albinetane: Azato Karate e Skating Albinea.

LA NUOVA STRUTTURA COMUNALE

La struttura è già operativa da lunedì 13 settembre e sta ospitando le attività scolastiche e quelle delle società sportive.

Per il Comune la riqualificazione e l’ampliamento della struttura è stato un importante investimento sullo sport del valore di 2.360.000 euro, di cui 2.110.000 euro di lavori. L’intervento ha goduto di 131mila euro di contributo regionale dal Por Fesr, 500mila euro di contributo regionale dal Fondo sviluppo e coesione e 265mila euro di contributi dal Conto termico Gse.

Edificata negli anni 70, nata come edificio industriale, e successivamente convertita in impianto sportivo, la palestra è stata oggetto di un intervento radicale e profondo che ha garantito il soddisfacimento delle nuove esigenze sotto tre profili: funzionale e di ridistribuzione degli spazi interni; energetico e impiantistico; strutturale.

Per quanto riguarda gli spazi interni è stata potenziata la palestra polifunzionale con una superficie di 870 metri quadrati dedicata a basket, pattinaggio, pallavolo e calcetto, ricavando anche spazi e servizi per l’accoglienza del pubblico, dotandola di una nuova pavimentazione in legno massello galleggiante di altissima qualità, di nuovi canestri a soffitto e di tutte le attrezzature necessarie. È stato traslato uno dei due campi da tennis verso un’estremità della sala per creare una più ampia zona da destinare a palestra fitness, attrezzata con una superficie di 160 metri quadrati. Si è provveduto alla totale demolizione e alla successiva ricostruzione del blocco spogliatoi e servizi per un generale ammodernamento della struttura e l’ottimizzazione del layout distributivo oltre. Questo ha consentito di realizzare un’altra sala da destinare ad attività a corpo libero con una superficie di 130 metri quadrati. È aumentata la dotazione degli spogliatoi, che prevedono 4 aree per le squadre, 2 spogliatoi per istruttori/arbitri, infermeria, locali di servizio e deposito, atrio di ingresso e spazi di distribuzione.

Dal punto di vista energetico l’impianto è stato completamente riqualificato attraverso l’utilizzo di impianti elettrici e meccanici più efficienti, ma soprattutto intervenendo sull’involucro, con la coibentazione delle chiusure verticali e orizzontali tramite materiali e tecnologie compatibili ed efficienti sotto il profilo ambientale, manutentivo e di contenimento dei consumi energetici. Le finestrature sui fronti nord e sud sono state sostituite con nuovi serramenti in alluminio e policarbonato multicamera per garantire una illuminazione omogenea e senza riflessi sui campi da gioco e allo stesso tempo alte prestazioni sotto il profilo termico. È stata completamente rifatta la centrale termica con nuove caldaie. Sono stati sostituiti i vecchi aerotermi, realizzati nuovi impianti idricosanitari negli spogliatoi. Tutto l’impianto di illuminazione è stato rifatto con nuovi proiettori con tecnologia LED. Tutti questi interventi, accompagnati da un’attenta gestione, consentiranno una riduzione dei consumi energetici stimati intorno al 65%.

Inoltre, viste le precedenti condizioni strutturali della struttura, l’intervento lo ha reso adeguato sia rispetto alle norme sismiche, che alle sollecitazioni del vento. L’obbiettivo è stato riclassificare l’edificio come “strategico” garantendone la funzionalità anche in caso di calamità. È stato realizzato un consolidamento generale e diffuso del fabbricato, dalle fondazioni, alla copertura, ai tamponamenti perimetrali. Per quanto riguarda il fabbricato servizi, si è proceduto alla demolizione totale e alla successiva ricostruzione con una struttura prefabbricata in cemento armato.

L’intervento è stato completato con il rifacimento delle reti tecnologiche esterne e delle pavimentazioni, marciapiedi e recinzioni su tutto il perimetro per raccordarsi con le altre strutture sportive esistenti nell’ambito del Circolo Tennis e con i parcheggi di recente realizzazione sul lato nord dell’impianto.

La gestione dell’impianto è assicurata dal Circolo Tennis Albinea, nell’ambito di una concessione recentemente aggiornata e che fa parte di un accordo quadro trentennale di gestione/concessione di tutte le strutture comunali da parte del Circolo Tennis. Il rinnovo della concessione prevede, per i residenti del Comune di Albinea, nuove opportunità di utilizzo sia delle palestre e dei campi da tennis comunali, sia delle altre strutture del Circolo.

Articolo precedenteConfindustria Assafrica a Expo Dubai, focus su energia e digitale
Articolo successivoCastel d’Aiano: i carabinieri salvano l’asino Filippo, disidratato e in pessime condizioni di salute