Essere in possesso dello Spid a volte non è sufficiente, soprattutto se si ha poca dimestichezza con la tecnologia, perché bisogna anche saperlo usare per accedere ai servizi on line. Per questo il Comune dà il via agli Spid days, due giornate – il 17 novembre e il 7 dicembre – in cui i cittadini avranno la possibilità di seguire un corso gratuito in presenza per imparare a utilizzare lo Spid, il sistema pubblico di identità digitale. Capita spesso infatti che i cittadini che hanno attivato la loro identità digitale poi abbiano difficoltà sul come e dove utilizzarla. Soprattutto anziani, cittadini con difficoltà nell’utilizzo delle nuove tecnologie o cittadini stranieri per i quali si aggiunge la barriera linguistica.

 

“Con il progetto Spid point abbiamo dato un contributo innovativo a ridurre il divario di conoscenze nell’utilizzo degli strumenti digitali. Alcune centinaia di reggiani hanno potuto attivare lo Spid con l’aiuto di volontari di quartiere, instaurando un rapporto di dialogo e fiducia che è andato oltre la specifica identità digitale, ma si è allargato a tanti strumenti ormai necessari nella quotidianità – dice Lanfranco De Franco, assessore a Partecipazione e quartieri – Per supportare ulteriormente la conoscenza di queste pratiche abbiamo organizzato alcuni momenti seminariali aperti alla cittadinanza, sempre nei luoghi e a fianco dei volontari che posso aiutare nell’attivazione dello Spid. Continua il nostro impegno affinché il digitale sia visto come un’opportunità di semplificazione e conciliazione con le altre esigenze della vita, e non come un ostacolo che esclude alcune persone, specialmente i più anziani, dall’accesso ai servizi”.

Le lezioni si svolgeranno mercoledì 17 novembre (ore 10-11.30) presso lo Spid point di via Massenet 19 e lo Spid point via Brigata Reggio 22/n. Martedì 7 dicembre (ore 17.30-19) presso lo Spid point via Sant’Ambrogio 2 a Rivalta.

Durante i corsi sarà possibile seguire un webinar organizzato dalla Regione Emilia-Romagna all’interno del progetto Digitale Comune su “Come e cosa si può fare con Spid”. I volontari degli sportelli Spid faciliteranno la visione del corso online e saranno a disposizione dei partecipanti per richieste e chiarimenti. In questo modo i cittadini avranno la possibilità di capire quali sono le principali piattaforme online a cui si può accedere con Spid e come fare per accedere ad esempio al Fascicolo sanitario elettronico, all’Agenzia delle entrate o all’Inps.

La partecipazione ai corsi è gratuita, previa iscrizione specificando nome, cognome, recapito telefonico e data e sede del corso, all’indirizzo mail spidpoint@comune.re.it oppure telefonando al numero 0522/1696010 (lunedì e venerdì 9.30-12.30 o martedì e giovedì15-18). Sarà possibile partecipare al corso solo se muniti di green pass.

Chi non è ancora in possesso dello Spid si può appoggiare agli Spid point attivi sul territorio che offrono assistenza nelle fa si registrazione e riconoscimento. Da marzo 2021, quando il servizio è stato attivato, sono state 479 – di cui 203 uomini (42%) e 276 (58%) donne – le persone che si sono rivolte agli sportelli. Possono ottenere l’identità digitale Spid tutti i cittadini italiani maggiorenni e i cittadini stranieri, purché in possesso di permesso di soggiorno e residenti in Italia.

Il rilascio avviene dopo il completamento di due passaggi: la pre-registrazione e il riconoscimento di persona (‘de visu’).

Si può procedere alla pre-registrazione in autonomia, on line, collegandosi al sito https://id.lepida.it.

Viceversa si può chiedere aiuto agli Spid point che daranno assistenza telefonica o di persona, previo appuntamento da prenotare al telefono 0522.1696010 o scrivendo a spidpoint@comune.re.it, nei seguenti orari: lunedì 9.30-12.30, martedì 15-18, giovedì 15-18, venerdì 9.30-12.30.

Successivamente è necessario farsi riconoscere. Trattandosi di uno strumento di identità che dà accesso a dati sensibili ed estremamente personali, è infatti obbligatorio che un operatore certificante possa associare in maniera certa e incontrovertibile lo Spid alla corrispondente persona fisica.

Le modalità previste sono: il riconoscimento ‘de visu’ presso uno sportello abilitato, la firma digitale, la Carta nazionale dei servizi o la Carta di identità elettronica 3.0, la registrazione di un audio/video e un bonifico bancario simbolico. L’elenco degli sportelli abilitati al riconoscimento de visu è consultabile su www.comune.re.it/spid.

Funzionano come Spid point (assistenza per la registrazione), in punti diversi della città, la sede Arci di viale Ramazzini 72, il Centro sociale Orologio in via Massenet 19, la sede di Libera di via Brigata Reggio 22/N (Auser provinciale), la Sala civica di Rivalta in via Sant’Ambrogio 2, il Laboratorio aperto ai Chiostri di San Pietro, in via Emilia San Pietro 22.

Per la fase di riconoscimento fisico, che avviene sempre su appuntamento, i cittadini possono rivolgersi agli sportelli Spid certificati: l’Ufficio comunale per le Relazioni con il pubblico, le farmacie comunali di Rivalta, Santa Croce, Orologio e una serie di altri sportelli presenti sul territorio.

Info www.comune.re.it/spid

 

Pubblicità