Home Appennino Bolognese Crisi Saga Coffee, l’unità dell’Appennino

Crisi Saga Coffee, l’unità dell’Appennino

ADV


Stamattina alle 9.30 gli undici sindaci dell’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese si sono presentati al presidio dei lavoratori che, da una settimana, protestano davanti ai cancelli della Saga Coffee di Gaggio Montano. I primi cittadini, assieme al sindaco metropolitano Matteo Lepore, hanno ascoltato i lavoratori presenti all’ingresso dell’azienda i cui titolari hanno annunciato di chiudere lo stabilimento lasciando a casa 220 dipendenti.

I sindaci dell’Unione, sin da subito hanno mostrato solidarietà alle famiglie coinvolte e, insieme alle altre istituzioni locali Regione Emilia-Romagna e Città metropolitana, hanno chiesto ai proprietari della Saga Coffee di rivedere la loro posizione e di permettere al sito industriale di continuare a produrre e, di conseguenza, mantenere il livello occupazionale che ha un risvolto non solo economico, ma anche sociale sia per la comunità di Gaggio Montano che per tutto l’Appennino.

Inoltro i sindaci dell’Unione hanno accolto positivamente l’annuncio del sindaco metropolitano di rafforzare la figura del delegato dell’Appennino all’interno della giunta della Città metropolitana.

Articolo precedenteGhirlandina, in dieci anni oltre 300 mila i visitatori
Articolo successivoBilanci sanità 2021, disavanzo di oltre 37 mln. “Risorse aggiuntive, l’epidemia non è finita”