Home Appuntamenti San Prospero presenta il progetto “Dementia Friendly”

San Prospero presenta il progetto “Dementia Friendly”

ADV


La cittadinanza è invitata a partecipare alla presentazione del progetto “Comunità amica della persona con demenza”, che si terrà martedì 23 novembre alle ore 20.30 presso l’Auditorium Volmer Fregni di San Prospero.

L’incontro è organizzato dal Comune di San Prospero in collaborazione con l’Ausl di Modena e l’Associazione Sostegno Demenze e Alzheimer di Mirandola (ASDAM) e intende illustrare il percorso che il Comune di San Prospero sta intraprendendo per costruire una comunità informata e sensibile nei confronti delle persone con demenza. In apertura della serata è previsto il saluto delle autorità con gli interventi del Sindaco di San Prospero Sauro Borghi, dell’Assessore ai Servizi Sociali del Comune Glenda Garzetta e del Presidente ASDAM Anna Draghetti. Seguirà l’intervento del medico Andrea Fabbo, che parlerà della persona con demenza e del suo ambiente di vita. A seguire, le testimonianze dei famigliari delle persone con demenza. Alle 21.50 Marco Solieri parlerà di prevenzione e dell’importanza delle diagnosi tempestive. Alle 22.10 sarà proiettato il cortometraggio “Remind yourself” a cura di Barbara Manni. Conduce la serata Guido Zaccarelli. L’ingresso sarà consentito solo a chi è in possesso del Green pass.

“In primo piano – spiega l’Assessore Glenda Garzetta – ci sono le esigenze delle persone con demenza e dei loro familiari, quindi lo studio di soluzioni ai bisogni e alle barriere che questi incontrano quotidianamente. L’incontro del 23 novembre intende sensibilizzare la cittadinanza sul tema della demenza, ma il progetto non si esaurisce certo qui. Dementia Friendly è un continuo processo di creazione e mantenimento di una comunità amica della demenza. Naturalmente le persone con demenza e i loro familiari potranno contribuire a individuare ambiti di miglioramento della comunità locale, per incrementare la qualità della vita di persone con deficit cognitivi e dei loro familiari”.

Articolo precedentePer la rassegna “La sottile linea gialla” Fabiano Massimi presenta il suo giallo storico “I demoni di Berlino”
Articolo successivoDr Jekyll e Mr Hide… in biblioteca a Maranello