Home Ambiente Unimore, grande successo per il Corso di competenze trasversali sulla sostenibilità

Unimore, grande successo per il Corso di competenze trasversali sulla sostenibilità

Pubblicità










Il Corso di competenze Trasversali sulla Sostenibilità organizzato da tutti i Dipartimenti dell’Ateneo ha avuto un grande successo con la partecipazione di ben oltre 950 studenti e studentesse di tutti i corsi di studio.

L’insegnamento, composto da numerosi moduli offerti dai Dipartimenti e fruibili da remoto, affronta i molteplici aspetti della Sostenibilità: energie rinnovabili, gestione rifiuti, qualità dell’aria, cambiamenti climatici, rischi naturali e antropici, economia e finanza sostenibile, ancora la sostenibilità in ambito medico, legale, filosofico e nelle scienze umane.  Ogni studente è tenuto a scegliere tre moduli tra quelli proposti.

L’organizzazione di questo corso è stata determinante per gli ottimi risultati conseguiti da Unimore nel Ranking Green Metric per l’anno 2021 che vedono un balzo assai rilevante con riferimento ai diversi indicatori.

A fianco della nuova posizione ottenuta è segnalata anche quella dello scorso anno per confronto:

  • Overall ranking: posizione 272 su 956 (nel 2020 Unimore era alla posizione 417 su 911)
  • Ranking by region, Europe: posizione 85 su 263 (nel 2020 Unimore era alla posizione 133 su 255)
  • Ranking by country, Italy: posizione 16 su 33 (nel 2020 Unimore era alla posizione 23 su 32)

Si può trovare il ranking al link: https://greenmetric.ui.ac.id/

La formazione transdisciplinare sulla sostenibilità – afferma la prof.ssa Grazia Ghermandi (foto) Delegata alla Sostenibilità di Unimore – è riconosciuta come indispensabile in ogni ambito: professionale, politico, sociale. Al mondo dell’istruzione viene quindi assegnato un compito fondamentale: insegnare la sostenibilità e la sua importanza fin dalle scuole di primo grado. Anche le università giocano un ruolo chiave in questo processo di formazione, perché si propongono come esempi attivi di istituzioni sostenibili. Economia, Società, Ambiente, Istituzioni sono infatti i quattro pilastri dello sviluppo sostenibile. L’ insegnamento “Competenze trasversali sulla Sostenibilità” si pone l’obiettivo principale di fornire agli studenti conoscenze di sostenibilità in ambiti diversi da quelli del corso di studi cui sono iscritti, offrendo loro l’opportunità di attingere ad una panoramica di contenuti ed approcci a temi di Sostenibilità, con particolare riferimento all’Agenda 2030, al Green Deal ed ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”.

La Sostenibilità è uno dei punti cardine del Piano Strategico 2020 – 2025 di Unimore che aderisce alla RUS, Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile promossa dalla CRUI nel 2015, la quale coordina e condivide le esperienze di tutti gli Atenei italiani sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale.

Gli Atenei della RUS si impegnano ad orientare le proprie attività istituzionali verso i 17 Sustainable Development Goals (SDGs), obiettivi di sostenibilità integrata contenuti nell’Agenda 2030 dell’ONU.

In particolare, Unimore è accreditato UNFCCC – United Nations Framework Convention on Climate Change, è fra i sottoscrittori del Patto per il Lavoro e per il Clima della Regione Emilia Romagna (20 dicembre 2020) e contribuisce a diversi tavoli regionali sul tema (Agenda 2030 e Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile, cabina di regia Plastic -FreER).

Unimore è poi stakeholder del Comune di Modena nel progetto Zero Carbon City e del Comune di Reggio Emilia nel progetto PROSPERA, condividendo il Piano d’Azione locale per zero emissioni di carbonio al 2050.

Esprimo grande soddisfazione per questi esiti – afferma il Rettore di Unimore prof. Carlo Adolfo Porroche mostrano come Unimore stia concretamente perseguendo il suo Piano strategico e le azioni correlate. La finalità generale è quella di creare una comunità capace di sviluppare, disseminare e divulgare buone pratiche, nuove progettualità e collaborazioni nei campi del trasferimento di conoscenze e competenze, con particolare attenzione alle dimensioni di sostenibilità. Costituire una comunità sostenibile è un obiettivo che investe tutti i settori della progettualità di Ateneo e richiede una pianificazione condivisa attraverso un sistematico processo di comunicazione e condivisione integrata per tutte le strutture, direzioni e unità coinvolte nelle fasi di attuazione. L’Ateneo, considerato l’ottimo risultato del Corso, la grande partecipazione da parte degli studenti e l’elevato livello di gradimento dimostrato dai medesimi, ha deciso pertanto di organizzare il Corso di Competenze Trasversali sulla Sostenibilità anche in questo anno accademico”.

Il Corso sarà quindi riproposto nel secondo semestre dell’A.A. 2021/2022, a partire dall’inizio di marzo 2022.

Pubblicità











Articolo precedenteCovid, Speranza firma ordinanza su stop misure restrittive per Sudafrica
Articolo successivoSabato a Modena si parla di vaccinazioni anticovid nei bambini, rischio di infezione, long covid