Sono 15 le persone attualmente impegnate nei Patti sociali per una cittadinanza attiva, progetti che prevedono un sostegno economico a persone, individuate dai Servizi sociali, che si attivano in azioni di volontariato presso le associazioni locali.

Ad essere coinvolte sono diverse realtà del territorio: Anfass – Nuovamente Sassuolo, Solaris, Scuola materna Maria Ausiliatrice, Avap, San Gaetano, L’albero della vita, Cooperativa Sociale Vagamondi, Associazione Magreta asd, Oratorio San Francesco, Oratorio Don Bosco, Rock No War, Fattoria Centofiori, Università Popolare di Formigine, Tutto Si Muove, Caritas di Magreta, Caritas di Formigine, Auser e Cooperativa Gulliver.

Oltre ai soggetti attivi nel momento presente, sono 20 quelli che hanno già concluso l’esperienza nell’anno 2021/2022.

Per due di queste persone coinvolte, è stato avviato un rapporto di collaborazione diretta e si procederà con un’assunzione alla fine di agosto.

“Poter svolgere attività concrete con le associazioni del territorio – commenta l’assessore alle Politiche sociali Roberta Zanni – diventa un’occasione per creare partecipazione e corresponsabilità trasformando difficoltà in risorse per un impegno presente e futuro e generando inclusione sociale. Attraverso questa esperienza si possono stringere rapporti di fiducia che alle volte, come la collaborazione e l’assunzione attivate in questo caso, proseguono anche al termine del progetto e questo è un messaggio importante da ribadire: l’impegno dà sempre i suoi frutti”.

 

 

Pubblicità