Un viaggio contromano con valigia di storie e musica. L’appuntamento, promosso dal Circolo Amici della Lirica, è in programma mercoledì 3 agosto alle 21 nella corte di villa Gandini dove, grazie a testi e narrazione di Isabella Dapinguente e alla musica di Claudio Ughetti e Gio Stefani, in arte Gypsinduo, sarà possibile trascorrere una serata tra recitazione e concerto.

Anima dell’evento, figlio anche delle restrizioni degli ultimi anni, che ci hanno fatto vivere in un mondo chiuso tra confini sempre più stretti, è la metafora del viaggio. Partendo dalla citazione “Si viaggia non per cambiare luogo, ma idea”, lo spettatore verrà portato per mano alla scoperta di mondi nuovi, muovendosi pur restando fermo nella dimensione profondamente umana dell’immaginazione e del pensiero.

Isabella Dapinguente e Gypsinduo (Claudio Ughetti alla fisarmonica e Gio Stefani alla chitarra) si avventureranno per l’occasione in un mix di teatro, narrazione, letteratura di viaggio e musica in grado di accogliere partenze, orizzonti, incontri e confini. Un viaggio di note e storie la cui bussola tra una destinazione e l’altra è quella musicale: le sonorità gipsy, la musica klezmer e balcanica, i tanghi argentini, i ritmi del Caribe. Per ricordare che, da che uomo è uomo, c’è sempre un viaggio da intraprendere, un’Itaca da raggiugere.

In caso di maltempo lo spettacolo si terrà all’interno del Castello. Per info: 059 416157 o biblio.formigine@comune.formigine.mo.it. Ingresso libero.

Pubblicità