“I colori del martirio” con questo titolo la Confraternita di San Pietro Martire di Formigine propone una conferenza e una mostra sabato 24 e domenica 25 settembre presso la chiesa della Madonna del Ponte in via San Pietro 1.

L’iniziativa, inserita nel calendario delle manifestazioni del 51° Settembre formiginese, è aperta venerdì 23 settembre alle ore 20.30 da una conferenza a cura del parroco di Formigine don Federico Pigoni, cui segue l’inaugurazione della mostra riguardante i restauri dello stendardo e della bandiera processionale della Confraternita formiginese. Gli stendardi processionali, o gonfaloni, eseguiti nei secoli passati su commissione di Confraternite, erano insegne che le accompagnavano e le contraddistinguevano durante le cerimonie religiose pubbliche.

I confratelli definivano la scelta dei colori di fondo (significativa e mai casuale), le immagini da riprodurre, lo stile e la ricchezza dei ricami. Anche le bandiere processionali caratterizzavano e identificavano le diverse Confraternite e, data la loro ampiezza, offrivano un impatto visivo immediato.

Gli esemplari in mostra a Formigine sono due pregevoli opere di manifattura italiana risalenti rispettivamente al XVIII e al XIX secolo. Lo stendardo settecentesco della Confraternita di San Pietro Martire presenta una fodera di seta rosa e una controfodera in tela di lino grezza. Sul davanti il tessuto è operato in seta, argento filato, argento lamellare e argento riccio, broccato in seta policroma. Le nappe hanno struttura in legno rivestite in oro filato. Al centro, nel tondo, è dipinto San Pietro Martire, protettore della Confraternita, rappresentato nel momento in cui subisce il martirio. Lo stendardo si presentava sul davanti in discrete condizioni ma la fodera, in precario stato di conservazione, necessitava di un accurato restauro. Anche la grande bandiera processionale (5 x 4 metri), risalente all’Ottocento, ha richiesto una paziente opera di restauro che l’ha riportata nelle originarie condizioni. In seta color avorio, la bandiera processionale è ricamata in seta policroma su base in cartoncino a punto pieno dipinto. Come nello stendardo, ma con un’iconografia diversa, anche al centro del grande vessillo si trova la grande immagine di San Pietro Martire.

Pubblicità