Per il primo anno il Centro di Educazione Alla Sostenibilità “La Raganella” e Servizio di Promozione e Accoglienza Turistica del Comune di Mirandola ha scelto di portare una delle tappe di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile nelle Valli Mirandolesi, un luogo che ben si presta alla promozione del turismo lento, in cui cultura e natura si incontrano in modo armonico.

La tappa mirandolese di svolgerà nelle giornate del 24 e 25 settembre 2022 presso il Barchessone Vecchio di San Martino Spino, dove sarà possibile immergersi in una Zona di Protezione Speciale (ZPS) per la tutela dell’avifauna e scoprire le antiche strutture denominate “Barchessoni”, antiche stalle per cavalli dalla forma insolita.

Il Festival nazionale IT.A.CÀ coinvolge 24 tappe diffuse in 14 regioni italiane, isole comprese, che hanno scelto di portare nelle loro comunità i viaggiatori del festival, migliaia di ‘Ulisse’ che saranno accolti “come a casa” (it a cà, dal dialetto emiliano “sei a casa”).

Il tema nazionale dell’anno è HABITAT- Abitare il futuro: abitare significa fare di un luogo, anche se

temporaneo, la propria casa, viverlo con il rispetto che merita e nell’equilibrio con l’ambiente e le altre specie.

Convinto che per abitare il futuro sia necessario saper abitare la Terra nel presente, il personale del CEAS propone due giornate dedicate interamente alla sostenibilità e all’inclusività, con vari appuntamenti per comprendere che la nostra parte, fatta oggi, è un reale investimento per il domani.

Nella giornata di sabato 24 settembre sarà possibile prendere parte ad un laboratorio di autoproduzione per diventare viaggiatori ecoconsapevoli (alle ore 15:30) con la Prof.ssa Alessia Bega e ad un tour in bicicletta per imparare ad essere non solo turisti ma anche abitanti rispettosi delle valli (alle ore 17:30) con la Guida Ambientale Escursionistica Eleonora Tomasini, in collaborazione con la Quarantolese aps.

Nella giornata di domenica 25 settembre sarà possibile partecipare ad un laboratorio di ceramica (ore 15:30) a cura di Manifatti Imperfetti, laboratorio di artigianato inclusivo, e costruire case per gli abitanti delle valli con la falegnameria sociale AstronaveLab (alle ore 16:30). Per chi ama la bicicletta e la natura, sarà possibile partecipare alla biciclettata “A caccia di foglie e frutti” a cura del CEAS per scoprire il Fitomuseo delle Valli (ore 15:45).

Insieme rifletteremo sul nostro modo di consumare le risorse della Terra anche grazie al talk, alle ore 18:00, sul tema della moda responsabile e sostenibile, in cui la sartoria circolare Manigolde racconterà ed esporrà i suoi capi più significativi.

Infine durante tutto il pomeriggio sarà possibile provare le biciclette di Remoove, che si occupa di turismo e mobilità inclusiva, e in collaborazione con ANFFAS Mirandola…perchè tutti hanno il diritto di godersi le nostre valli in bicicletta.

Vi aspettiamo quindi nel nostro habitat preferito, perchè tutti possiamo goderne insieme!

Per informazioni e prenotazioni: CEAS La Raganella tel. 053529507 – 724, e-mail ceas.laraganella@comune.mirandola.mo.it , instagram ceas_laraganella

 

La tappa è promossa dal CEAS La Raganella del Comune di Mirandola

Con il patrocinio di: Ministero della Cultura, A.I.T.R Associazione Italiana Turismo Responsabile

Con il contributo: Regione Emilia Romagna

Media partner: APT Regione Emilia Romagna

In partnership con: Anffas Mirandola aps. AstronaveLab, Rulli Frulli Lab, Manifatti, Manigolde e Manitese aps, Quarantolese aps, Remoove srl

 

Pubblicità