Home Viabilità ‘Appalto aperto‘, strade riparate e sicure

Appalto aperto‘, strade riparate e sicure

Dopo il maltempo, i guai al manto stradale: sono oltre mille le buche importanti provocate dalle nevicate dei giorni scorse sugli 850 km di strade comunali. Il Comune durante la settimana in corso sta ripristinando la sicurezza della circolazione (già spesi 20mila euro) utilizzando il servizio dell’Appalto aperto, che ha interessato le vie cittadine e la Tangenziale, con particolare riguardo per la situazione del centro storico, a cui sarà dedicato un intervento specifico nei prossimi giorni.

Destinatarie delle cure speciali di manutenzione sono state le principali strade della città, da via Nonantolana a viale Menotti, da via Canaletto a viale Amendola, da via Vignolese a via Rosselli oltre che la Tangenziale. Alla prova più ardua dalla sua attivazione (2002), spiegano da via Santi, il servizio dell’Appalto aperto ha dato buona prova di sé realizzando interventi tempestivi di messa in sicurezza della viabilità.

Ma come funziona questo servizio?
Grazie all’adozione di una procedura operativa estremamente semplificata: ricevute le segnalazione sullo stato delle strade dai propri tecnici, dai cittadini o da altri soggetti (Polizia municipale, Settore Ambiente, Circoscrizioni), il Settore Mobilità Urbana effettua le necessarie verifiche e comunica celermente alla ditta l’ordine di intervenire (solo sulle strade comunali ovviamente). Gli interventi urgenti vengono effettuati entro 72 ore; quelli più complessi possono essere attuati entro i successivi 15 giorni. Per poter affrontare la sfida dell’Appalto aperto, il Servizio Manutenzione Infrastrutture (braccio operativo del Settore Mobilità urbana) si è organizzato in modo nuovo, destinando 5 tecnici, 5 assistenti di cantiere e 1 dirigente alla gestione dell’iniziativa.

Nel solo 2003 sono stati attuati 160 interventi di manutenzione ordinaria, a cui si sono aggiunti 50 interventi di carattere ambientale e ben 250 di attuazione di ordinanze inerenti la segnaletica. Per i lavori in corso è previsto un investimento complessivo di 750.000 euro, a cui si aggiungeranno ulteriori 2 milioni di euro per la seconda parte del 2004 e per il 2005.